Utente 911XXX
Salve a tutti, chiedo il vostro consiglio per un problema che mi perseguita da circa tre mesi. Ho un fastidio all'altezza del fegato, non lo chiamerei dolore, lo stesso mi appare e mi scompare irregolaremente.
Premetto che ho i valori del colestorolo totale a 235 e i trigliceridi a 178 mg/dl, cmq migliorati da aprile: siamo passati da 263 agli attuali 235. In questo periodo oltre che fare attività sportiva ho cominciato ad assumere un integratore "ArmoLipidPLUS" della ditta Rottapharm.
Il mio medico che mi ha visitato mi ha detto che al tatto il fegato non è ingrossato e ha aggiunto che potrebbe essere un problema muscolare.

Mi consigliate una visita specifica?
Ringrazio anticipatemente.-
[#1] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2006
Gentile signore,
ma se il suo medico, dopo una visita, le ha diagnosticato un problema muscolare perchè non fidarsi ? Cosa le fa pensare che qualcuno che non la conosce, senza visitarla, possa avere una opinione diversa ?
In ipocondrio dx (all'altezza del fegato) oltre alle strutture superficiali muscolari esistono altri organi ed apparati (colecisti, pancreas, colon, rene) che sicuramente il suo medico conosce meglio di chiunque altro.
In caso di persistenza dei disturbi la invito quindi a ricontattarlo per una nuova visita.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 911XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio dott. Nardacchione. Vede, il mio medico non è che poi mi conosca così bene (sono un suo nuovo paziente e mi avrà visto in 10 anni si e no tre volte)... Ho un pò insistito perchè mi visitasse. Cmq, lei obbiettivamente mi consiglia una visita specialistica? Sa non ho mai avuto nessun problema, ho sempre praticato sport regolarmente e tuttora faccio del ciclismo con due,tre uscite settimanali, regolari. Non vorrei fosse la postura.
Lei giustamente ha parlato di colecisti, pancreas,colon e rene... Se posso approffitare della sia gentilezza mi riservo di scrivere i risultati dell'esame del sangue che andrò a fare.
Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2006
Gentile signore,
lo spirito con cui noi consulenti rispondiamo ai vostri quesiti è proprio quello di servizio ed assistenza, motivo per cui non può farmi altro che piacere ricevere sue notizie.
Tuttavia mi preme sottolineare come specie nel suo caso, ("Non vorrei fosse la postura." )è indispensabile la visita medica per capire con determinate manovre semeiologiche, la possibile sede di insorgenza dei suoi fastidi. Solo successivamente potrà effettuare tutti gli esami di conferma ad una supposta diagnosi. Normalmente, o almeno fino a pochi anni fa, prima dell'avvento della magistratura, dopo aver visitato il malato i lmedico diceva "lei ha un focolaio broncopneumonico basale dx, facciamo una radiografia per la conferma". Oggi invece, sicuramente per ignoranza di molti medici in primis, ma soprattutto per i risvolti medico-legali, prima di fare una diagnosi è necessaria : Radiografia, Ecografia, Tac, Risonanza, Pet, Scintigrafia, MOC, esame colturale, visita dermatologica, infettivologica, che devono dire tutti la stessa cosa, solo allora si potrà dire al paziente :" lei ha una unghia incarnita !"
Scusi lo sfogo ma ritengo che il rapporto medico-paziente vada vissuto e non immaginato. Pertanto la invito a ricontattare il suo medico curante in caso di necessità, fermo restando che... noi siamo qui per voi.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 911XXX

Iscritto dal 2008
Grazie del tempo dedicatomi. Ci sentiremo in seguito.-