Utente 447XXX
Buongiorno,
avrei gentilmente bisogno di un consulto per l'interpretazione di una TC.
Mio papà è stato operato tre volte per tumori del cavo orale; il primo intervento 10 anni fa con svuotamento linfonodale, il secondo dopo sei mesi per recidiva e l'ultimo un anno e mezzo fa circa. Oggi ha ritirato la prima TAC di controllo dalla data, dicembre 2015, dell' intervento per carcinoma epidermoide infiltrante della regione gengivale destra.
Riporto il contenuto per un parere:
"TC MASSICCIO FACCIALE + TC COLLO CON MDC
L'esame TC è stato eseguito mediante tomografo SOMATOM Definition AS+ a 128 Strati arma e dopo e.v. di mdc, completato con ricostruzioni a strato sottile sui plano coronale e sagittale.
Esiti di intervento chirurgico a carico della pavimento orale, di linfoadenectomia latero-cervicale bilaterale ed exeresi delle ghiandole sottomandibolari; in sede intervento residua disomogenità dei piani adiposi sottomandibolari e sottomentonieri, in assenza di evidenti aree di enhancement riferibili a residuo recidiva locale di malattia.
Presenza di mezzi di sintesi metallica nell'emimandibola sinistra.
Due adenopatie ovalari sono presenti in sede sotto mandibolare destra (mm 9 e mm 8). Altre formazioni linfonodali sono evidenti in sottomentoniera (mm 4), bilateralmente in sede retrofaringea (mm 6 a destra), in parotidea (mm 6 a destra), in retroangolomandibolare dx (mm 9), in sede cervicale profonda sinistra, cervicale posteriore (mm 9 a sinistra) e ed in sovraclaveare bilaterale (mm 11 a sinistra).
Utile confronto con precedenti analoghi esami non giunti in visione. Ghiandola tiroide disomogenea, per la presenza nel contesto della lobo destro di alcune areole ipodense, da correlarsi sulla base dell'esame ecografico. Non lesioni focali a carico delle ghiandole parotidi.
Deviazione destro-convessa dei setto nasale. Ipertrofia della mucosa dei turbinati inferiori e del turbinato medio SN.
Lieve ispessimento della mucosa del seno mascellare destro, con pervietà dell'ostio- infundibolo.
Piccola cisti da ritenzione nell'emiseno sfenoidale di sinistra.
Apposizioni ateromasiche calcifiche lungo gli assi carotidei.
Non lesioni espansive endo-orbitarie. Spondiloartrosi diffusa."
In seguito all'intervento è il primo esame strumentale di controllo che è stato richiesto e non è stato sottoposto ad alcun protocollo di chemio o radioterapia post intervento.
La mia preoccupazione è dovuta al fatto che il mio papà ha difficoltà di comprensione ed avendo portato da solo in visione l'esito della TC non vorrei gli sia stato "nascosto" il reale esito. Gli è stato comunicato che è tutto nella norma e di non preoccuparsi, ma piuttosto di andare al mare; di contro gli è stato riferito di rifare a breve una TC. Non vorrei che la gravità della situazione abbia portato il medico a sdrammatizzare per non demoralizzarlo.
Attendo conferma della lettura del referto, che nella mia ignoranza leggo come recidiva.
Grazie a Voi tutti.
Vittorio.
[#1] dopo  
Dr. Michele Romano
20% attività
8% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2016
Buongiorno,

Si tratta di una TC datata Dicembre 2015, cioè un anno e mezzo fa.
Ricostruendo la storia, suo padre è stato operato
- 2007 per una lesione tumorale del cavo orale giusto
- dopo 6 mesi altro intervento per recidiva
- 2015 asportazione carcinoma epidermoide "regione gengivale destra"

Anche nei primi due l'istologia era "carcinoma epidermoide"?
Nel primo intervento ha eseguito solo lo svuotamento linfonodale?
L'unico esame di controllo è stato eseguito a dicembre 2015 dal 2007?

Comunque la TC sembra descrivere gli esiti dell'intervento chirurgico eseguito. Il radiologo referta chiaramente di non vedere lesioni patologiche. (E' ovvio che va benissimo basarsi sul referto del collega radiologo, ma andrebbero viste le immagini della TC)

Ripeterei comunque una nuova TC con contrasto, dato che parliamo di un esame eseguito a dicembre 2015 in un paziente in followup oncologico.

Distinti saluti

Michele Romano
[#2] dopo  
Utente 447XXX

Iscritto dal 2017
Buongiorno Dott.Romano,
La ringrazio innanzitutto per la sua gentile risposta; preciso che la TAC in visione è di Aprile 2017, la data dicembre 2015 si riferisce all'ultimo intervento.
Da allora è il primo esame diagnostico richiesto; non gli hanno fatto mai eseguire degli esami ematochimici ne consulenze oncologiche. La precednte TAC risale a Ottobre 2015 e prima di questa bisogna risalire al 2007.
I precedenti tumori non credo fossero "carcinoma epidermoide" in quanto ricordo che prima dell'ultimo intervento il medico del reparto riferì che era "una cosa del tutto nuova"; mi spiace non poter essere preciso ma vivo distante dal mio papà e non dispongo di altra documentazione in merito ai vecchi referti (e chiedere a lui per telefono non è semplicissimo non riuscendo a scandire le parole a causa della legatura della lingua).
Nel 2007 è stato sottoposto al primo intervento con svuotamento linfonodale (non saprei se altro) e dopo sei mesi ulteriore intervento nella regione tra collo ed orecchio.
La recente operazione chirurgica del dicembre 2015 √® stata pi√Ļ invasiva di quanto inizialmente prospettato essendosi il carcinoma esteso a causa del ritardo per l'intervento, (si era concordato che sarebbe stato chiamato ad una settimana dall'esame istologico ma ad un mese da questo continuavano a rimandare e dopo varie telefonate si sono giustificati nel ritardo per aver perduto la cartella clinica del paziente e non ricordandosi quindi della gravit√† patologica). Non √® sicuramente questo il luogo per tali digressioni, quindi mi preme avere delle delucidazioni in merito alla situazione attuale, lasciandomi perplesso il "passaggio" del referto TAC, dove recita: "in assenza di evidenti aree di enhancement riferibili a residuo recidiva locale di malattia" (da me interpretata come una recidiva).
Rinnovo i miei ringraziamenti e rimango in attesa di un suo gentile ulteriore riscontro.
Presenza di mezzi di sintesi metallica nell'emimandibola sinistra.
Vittorio.