Utente 912XXX
Egregi Dottori, sono stato operato due anni e mezzo di fa di Bypass Bilio Intestinale per perdere peso. L'intervento ha dato un ottimo esito, tant'è che ho perduto 62kg.
Da qualche giorno ho iniziato ad avere qualche doloretto, ho fatto un'ecogragia addome completo e sono risultati dei calcoli alla colecisti.
Il tecnico che ha eseguito l'esame ha subito urlato "intervento, intervento", ma il Prof. che mi ha operato oggi mi ha messo sotto terapia con "Acido Ursodesossicolico" (preferisco non fare nomi commerciali, penso voi sappiate il perchè). Volevo chiedere, che Voi sappiate, che tipo di risposta si ha con questa terapia? Nel caso d'intervento (sottolineo che una parte del mio intestino è proprio collegato alla colecisti, in modo che il transito dei succhi biliari non permetta la proliferazione batterica), è possibile svuotare la colecisti da questi calcoli, senza dover riconvertire il mio intestino? E a che tipo d'intervento dovrei subire? Onestamente spero di evitare la pratica chirurgica e non per paura della camera operatoria, ma perchè non vorrei essere riconvertito.
Spero di avere una risposta. Grazie mille!!!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Come giustamente osserva nel suo caso la colecisti è utilizzata per il bypass, un eventuale intervento di colecistectomia comporterebbe quindi uno 'smontaggio ' di parte dello stesso ed una nuova ricostruzione, intervento sicuramente piu' complesso di una colecistectomia tradizionale e , se possibile, da evitare.Credo sia giusti seguire le indicazioni del collega che la segue per la chirurgia bariatrica, il farmaco indicato puo' non essere sicuramnete efficace ma in linea di massima è privo di effetti collaterali importanti. Auguri!