Utente 449XXX
Buongiorno.
Quatto giorni fa mi sono sottoposto ad un intervento al frenulo breve, in chirurgia pediatrica. L'intervento é andato bene, non ho sentito dolore, ero anestetizzato con la crema locale Emla. Il chirurgo non ha dato punti: Mi ha spiegato che operando con bisturi elettrico non erano necessari e che in 7/10 giorni la ferita si sarebbe cicatrizzata autonomamente, previa mia attenzione nell'evitare la masturbazione. Non mi sono state prescritte nemmeno pomate da applicare nei giorni seguenti, né previsti controlli medici post operazione.
Ad oggi ho però un "problema": Non so se sia normale che, la mattina (probabilmente in seguito allo sfregamento con le lenzuola e alle erezioni notturne e di prima mattina), la ferita si presenti leggermente insanguinata. Mi spiego meglio: non c'è una forte perdita di sangue, bensì solo di qualche goccia nella notte e durante il giorno. La lacerazione del punto in cui sono stato operato si presenta però insanguinata, come se mi fossi appena tagliato (non so se sia riuscito a rendere l'idea).
Ora, mi chiedo se ciò sia dovuto a una cattiva cicatrizzazione e/o chiusura della lacerazione, o se sia invece normale. Premetto che io non avverto alcun dolore o fastidio, solo sono preoccupato riguardo alla guarigione e al fatto che ciò avvenga correttamente.
Può essere utile il lavaggio con acqua fredda? Oppure, come posso evitare di avere erezioni che possono impedire la guarigione ?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Antonio F. A. Cutrupi
28% attività
16% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Buongiorno,
come in tutti i post operatori vi può essere un leggero rigonfimento delle parti chirurgiche trattate ed un minimo sanguinamento locale, che di norma si arrestano spontaneamente nel giro di qualche giorno.
Lo sfregamento notturno o le erezioni mattutine per quanto presenti e possibili posso certamente non far cicatrizzare le parti trattate, ma dovrebbero dare certamente più sanguinamento ( per erezione il sangue circola maggiormente in tutto il pene).
Difficile prevenire le erezioni, mentre il trattamento locale con ghiaccio o altro è utile dove il sanguinamento sia abbondante.
Qualora non vedesse milgioramenti, le consigliamo di ricontattare il chirurgo operatore o qualcuno del suo staff e farsi ricontrollare. Conoscendo la prassi, credo che comunque, le sia stato prefissato un controllo a distanza.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 449XXX

Iscritto dal 2017
Buongiorno,
grazie infinite per il suo riscontro. Ad oggi, 6 giorni dopo l'intervento non ho più sanguinamento; tuttavia,la ferita non è ancora cicatrizzata: sembra ancora "fresca"... trovandosi sul glande ed essendo continuamente sottoposta a sollecitazioni involontarie, stenta a cicatrizzare, è normale ? Quanto tempo potrebbe volerci ancora all'incirca ?
Mi consiglia l'applicazione di prodotti tipo Cicatrene o Connettivina?
Quanto ad un controllo post operatorio, il chirurgo che mi ha operato mi ha detto che, imprevisti a parte, a suo avviso non ve ne sarebbe stato bisogno: mi consiglia comunque un controllo, magari dal mio medico di famiglia?

Grazie infinite
[#3] dopo  
Dr. Antonio F. A. Cutrupi
28% attività
16% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
buongiorno,
mi auguro che vada un pò meglio la situazione locale.
concordo con un passaggio dal proprio medico curante per una valutazione post operatoria, se necessitasse ovviamente, sarà lo stesso curante a re indirizzarla presso lo specialista operatore.

Cordialità