Utente 388XXX
Salve,
in passato mi capitava che dopo qualche giorno dalla fine del ciclo mi spuntasse un brufolo nella parti intime (grosso, rosso senza pus, che mi dava bruciore e prurito, e in base alla zona in cui spuntava anche dolore quando mi sedevo): io imputavo il problema all'uso degli assorbenti. Il brufolo spariva nell'arco di 3-4 giorni.

Però adesso da circa tre mesi a questa parte, questi brufoli spuntano a catena, nel senso che ne spunta uno, scompare, ne spunta un altro (non nello stesso punto) e poi scompare, e così via: praticamente non li ho solo durante il ciclo. La tipologia è sempre la stessa.
Proprio qualche giorno fa ne sono spuntati addirittura tre piccoli sulla parte inferiore delle piccole labbra.

Uso assorbenti esterni cotonati e senza profumazioni (quelle strisce blu), biancheria di cotone a prevalenza bianca o altrimenti grigia, un detergente intimo con ph 4.5 da supermercato ma con un inci migliore rispetto a qualunque altro abbia mai provato (compresi quelli acquistati in farmacia) che tra l'altro utilizzo da anni e solo una volta al giorno, non ho mai avuto rapporti sessuali. A volte faccio degli sciacqui con acqua e bicarbonato per calmare l'irritazione e sembra che funzioni.

A grandi linee quale potrebbe essere il problema? Ma la cosa che mi preme di più sapere è se l'acqua clorata della piscina può arrecare più danno (ho iniziato il nuoto ad aprile quindi non è stato il fattore scatenante).

Grazie a tutti per i consigli
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Senza un esame clinico potrei orientarmi verso due patologie vulvari
Se l'impegno è prevalentemente cutaneo , potremmo trovarci di fronte ad una infezione stafilococcica, altrimenti potrebbe trattarsi della malattia di FOX- FORDYCE con formazione di papule follicolari della regione vulvare, perineo, inguine e perianale.
Queste ipotesi vanno confermate con una visita adeguata.
SALUTI
[#2] dopo  
Utente 388XXX

Iscritto dal 2015
Grazie per la risposta.
Secondo lei sono patologie che possono peggiorare a contatto con il cloro presente nell'acqua di una piscina?