Utente 257XXX
buonasera
da circa 2 mesi soffro di un rossore talvolta più intenso talvolta meno, vicino all'estremità destra delle labbra (non un taglio ai bordi tipo cheilite, ma un rossore leggermente sotto le labbra stesse) ; ho svolto regolare igiene dentale (che svolgo ogni 4 mesi) circa 1 mese prima della comparsa di questi fenomeni ; più o meno da un giorno all'altro ho iniziato a percepire maggiore salivazione (ulteriormente accresciuta la notte), labbra secche, infiammazione gengivale generalizzata, soprattutto vicino ai denti del giudizio (più marcata sul lato del rossore della labbra, ma presente simmetricamente anche sull'altro lato) ; ho tutti i denti del giudizio, e 2 denti incapsulati (diversi anni fa, per i quali svolgo una radiografia di controllo periodica, abbastanza vicini ai denti del giudizio) ; pensando ad una possibile infiammazione dentale (che però non riuscivo a localizzare su un dente od una gengiva specifica) ho utilizzato un colluttorio base clorexidina e i problemi che pensavo fossero associati ai denti sono scomparsi rapidamente (cessazione del senso di infiammazione gengivale, rossore gengive) ; ma il rossore vicino alle labbra no.
pensando ad una possibile allergia alimentare, ho deciso di sospendere l'assunzione di agrumi e di pomodori (alimenti che consumo quotidianamente da sempre) ; ma il problema non è scomparso ; soffrendo di allergia alla polvere, ho pensato anche di assumere flunisolide, pensando che questo rossore potesse essere di natura allergica, ma il problema non è scomparso ; utilizzando burrocacao sulle labbra, e gentamicina solfato e betametasone valerato sulla parte arrossata vicino alle labbra ho notato un certo giovamento ma non risolutivo ; ho provato anche un integratore a base di cardo mariano pensando ad un generale problema del fegato , ma senza risultati ; non soffro di problemi digestivi apparenti (intestino regolare, assenza di meteorismo, gonfiori ecc) ; gli ultimi analisi del sangue (settembre) non hanno mostrato alcuna carenza
da circa 3 mesi mi trovo spesso per lavoro all'estero e col poco tempo libero che ho a disposizione non ho ancora trovato il tempo di recarmi da uno specialista, soprattutto perchè, visti i sintomi ed i miei tentativi di autocura, non sono riuscito a capire se possa trattarsi di un problema appannaggio di dentista, dermatologo, gastroenterologo ; tra circa 1 mese andrò in ogni caso dal mio dentista per l'igiene di routine ; spero che nel frattempo qualcuno possa suggerirmi, se possibile, una interpretazione di questa sintomatologia. grazie! cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni
28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentile utente, l'automedicazione senza una corretta diagnosi spesso si riduce a delle belle spese dl farmacia, senza ottenere gli effetti desiderati. Lo specialista del suo caso è l'odontoiatra che si occupa di patologia orale. Darle interpretazioni senza conoscere il suo quadro clinico e senza anamnesi potrebbe portarla verso altri errori.