Utente 449XXX
Buongiorno,
Ho 28 anni,e Da un anno ho interrotto la pillola anticoncezionale assunta per circa 10 anni. In questo anno ho sempre avuto cicli irregolari di circa 30/35 e anche 43 giorni, ad ottobre ho saltato un ciclo. La ginecologa mi ha detto che potrei avere la sindrome dell'ovaio policistico, anche se i miei esami ormonali sono nella norma,Soffro però di un po' di acne, pelle grassa, aumenti di peli e appunto cicli irregolari (tutto questo apparso dopo la sospensione della pillola)e ho l'utero retroverso laterodeviato. Ad aprile ho fatto un viaggio in Thailandia e il ciclo che doveva comparire al 17 di aprile non si è presentato (se non con macchie marroncine per un paio di giorni). Fino a quel momento ho sempre avuto rapporti protetti, dal 1 maggio abbiamo iniziato ad avere rapporti non protetti e ad oggi il ciclo non si è ancora presentato. Posso essere in cinta? Ho fatto un test 4 giorni fa ed era negativo, l'ultimo ciclo mestruale è apparso il 15 marzo. Unico sintomo:mal di testa. Cosa mi consiglia? Grazie
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Consiglio sicuramente un dosaggio delle beta-HCG nel sangue per essere certi di escludere una gravidanza.
Soltanto se negativo si potrebbe pensare a cicli anovulatori (senza avvenuta ovulazione) o ad alterazioni tiroidee, aumenti della prolattinemia , ed altre ipotesi diagnostiche.
L'assunzione della pillola estroprogestinica per 10 anni , ha svolto effetto terapeutico sul suo ovaio multifollicolare (ovaio policistico ???)
SALUTI