Utente 913XXX
Salve, giovedi della scorsa settimana (5 giorni fa) mi sono svegliato con il testicolo destro un po dolorante, i dolori, non fissi, sono proseguiti fino a ieri, oggi è solamente un po indolensito, in tutti questi giorni comunque non è mai stato gonfio, ne palpandolo ho riscontrato anomalie, bozzette o quant'altro.. essendo quasi del tutto passato il dolore, che come ripeto non era mai fisso, spesso soprattutto al tatto, ed è diminuito non appena ho indossato degli slip al posto dei boxer, cosa mi consigliate?? Ho il terrore di sottopormi ad una visita (eventualmente in cosa consiste la visita?), puo' essersi trattato di un'infiammazione? Grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Egregio signore,
si faccia passare il terrore, che quello che pensa lei (tumore) ben raramente da dolore. Piuttosto se è una infiammazione di qualche parte del testicolo e lei non la cura sono dolori sul serio. Coinsulti il nostro indirizzario che di andrologi DOC a Perugia ce ne sono. Chieda anche se è possibile fare una ecografia durante la visita così è bene inquadrato sotto il profilo diagnostico, vada e non tema.
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
se poi desidera altre notizie su alcuni problemi di natura andrologica che interessano i giovani uomini, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:
http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=35780. Qui potrà trovare tutte le raccomandazioni date dal National Cancer Institute statunitense su come fare correttamente l'autopalpazione del testicolo.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#3] dopo  
Utente 913XXX

Iscritto dal 2008
Grazie per le risposte celeri, ma in cosa consiste la visita? dimenticavo che a volte in questi giorni ho sentito un po di dolore anche alla gamba destra, non molto forte e non fisso..
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,


puo' capitare che un giovane non sia mai andato a farsi visitare da un medico e non sappia di cosa si tratti.
E' semplice: si va dal medico che generalmente fa una serie di domande sulla storia medica del paziente e chiede quali siano i sintomi o disturbi che hanno indotto il paziente ad andare dal Medico. Procede poi a visitare il paziente per vedere o toccare le parti del corpo coinvolte dai sintomi.
Se può arrivare ad una diagnosi sicura, la visita è finita ed il Medico potrà consigliare una terapia o consigli terapeutici. Se, invece, la diagnosi non è certa, chiederà la esecuzione di analisi del sangue o accertamenti ( ecografie, radiografie....) che possano portarlo più vicino alla diagnosi, alla terapia ed alla soluzione del problema.
Il tutto estremamente semplice.
cari saluti
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
vista la sua "giovane" età, approfitti di questo "disturbo-malessere" , per conoscere finalmente , se non ancora fatto, il suo andrologo di fiducia. Impari dalle donne che la circondano che sicuramente già da anni, alla sua età, conoscono il loro o la loro ginecologa.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#6] dopo  
Utente 913XXX

Iscritto dal 2008
Salve, grazie per i consigli, domani andrò a fare la visita; stamani comunque il dolore (non eccessivo) è localizzato sulla parte alta del testicolo dx; navigando ho visto che il varicocele solitamente colpisce il testicolo sx e il piu' delle volte è indolore; secondo voi di cosa potrebbe trattarsi cosi ad occhio? grazie mille per la pazienza..
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
i sintomi da lei lamentati sono molto generici e non ci permettono di dirle nulla di preciso (problema vascolare, infiammazione, ecc, ecc?).
A questo punto, dopo la valutazione andrologica programmata, ci tenga comunque aggiornati sull'esito della sua situazione clinica, se lo desidera.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#8] dopo  
Utente 913XXX

Iscritto dal 2008
Salve sono appena tornato dalla visita.. credevo peggio... praticamente non ha rilevato ne presenza di ernie ne varicocele.. solo una piccola infiammazione all'epideto (si chiama cosi?). Mi ha prescritto un esame di urinocultura, dicendomi che se l'esame è negativo devo prendere pemixan 320 compresse 1 la mattina e una la sera x 15 gg mentre se è positivo devo curarlo con i farmaci secondo l'esito positivo dell'esame... Cosa mi dite??
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
penso che il collega consultato ha avuto il sospetto che si tratti di una epididimite, cioè una infiammazione all'epididimo. A questo punto segua le indicazioni ricevute e poi ci risentiamo.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com


[#10] dopo  
Utente 913XXX

Iscritto dal 2008
Salve Gentilisimi dott. vi contatto per sottoporvi gli esami delle urine:
LEUCITI assenti; NITRITI assenti; UROBILINOGENO:normale; PROTEINE : *tracce / sedimento (es. microscopio40x) rare emazie e tappeto di filamenti di muco; numerosi cristalli di ossolato di calcio; SANGUE: asente; PESO SPECIFICO: 1.030; CHETONI: assenti; BILIRUBINA: Assente; GLUCOSIO: assente; Colore giallo paglierino aspetto limpido. ESAME COLTURALE URINA (URINOCULTURA) NEGATIVO Conta batterica sterile.
Cosa mi dite?? Sembrano aposto eccetto quel: sedimento (es. microscopio40x) rare emazie e tappeto di filamenti di muco; numerosi cristalli di ossolato di calcio; cosa sta a significare? Ringrazio moltissimo per la disponibilità..
[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
una prima ipotesi, visto anche il peso specifico delle urine a 1030 e che tutte ble valutazioni colturali fatte sono negative, è che lei o beve poco o "suda molto".
A questo punto però bisogna ricontattare il suo andrologo.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#12] dopo  
Utente 913XXX

Iscritto dal 2008
Salve dott. Beretta, lei mi consiglierebbe un'ecografia? ed eventualmente che tipo di ecografia? Dopo il referto di queste analisi, ed essendo escluso il varicocele (anche perchè solitamente colpisce a sinistra), ci può essere rischio di infertilità? Perrchè in questo periodo con la mia ragazza stiamo cercando un bimbo, proprio il suo periodo fertile coincideva con i dolori che accusavo al testicolo destro.. Grazie mille per il suo gentile consulto.
[#13] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cercatelo pure tranquillamente, che se non salta fuori nulla entro un anno di tentativi, solo allora è il caso di fare accertamenti: il 40% dei babbi ha esami alterati ed 15% delle coppie con esami a posto non riescono a concepire, per cui prepararsi prima male non fa.
Una ecografia con dolori testicolari è a parer mio di rigore
[#14] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

il rischio di un problema di non perfetta "fertilità" nasce da molti fattori e cause, oltre a quelli da lei accennati. Il consiglio in questi casi, se lei ha qualche dubbio, è quello ,insieme alle indicazioni già ricevute, di fare anche eventualmente un esame del liquido seminale.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#15] dopo  
Utente 913XXX

Iscritto dal 2008
Purtroppo il ciclo le è tornato e con 2 giorni di anticipo...c'è abbastanza delusione, anche perche l'abbiamo cercato concentrando i rapporti giornalieri nel periodo fertile, che però, come dicevo ha coinciso con il mio dolore.... Ora la paura che possa esserci infertilità c'è.. chi prescrive l'esame dello sperma?
[#16] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

la trafila generalmente è medico curante, specialista andrologo ed infine esame del liquido seminale.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#17] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Capisco delusione, ma glielo avevo appena scritto. In ogni caso mirare il periodo fertile non ha granchè efficacia rispetto a spontanmeità del rapporto.
[#18] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

un ultimo consiglio che posso darle è, nella scelta dell'andrologo, di cercare una figura professionale che abbia un specifica competenza nel valutare e trattare soprattuto patologie della riproduzione umana.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#19] dopo  
Utente 913XXX

Iscritto dal 2008
Scusatemi ancora per le mie domande ed i miei dubbi..anzitutto ringrazio per i consigli già dati, volevo sapere per aver maggior probabilità di concepimento è preferibile avere rapporti solamente nel periodo fertile, e con quale frequenza? Solitamente gli spermatozoi dopo quanti giorni risultano sufficientemente "maturi" e in grado di fecondare? E visto che sto prendendo le pasticche di permixon 320 (come prescritto dal medico una la mattina una la sera x 15 giorni) questo può influire negattivamente?? grazie mille
[#20] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Egregio signore,
non si ponga con mille domande, che poi non ne viene più fuori. Segua i nostri consigli
[#21] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

rapporti sessuali fatti con una frequenza non regolare possono aumentare il numero ma anche la percentuale di spermatozoi con una non perfetta motilità o morfologia.

Si ricordi poi che uno spermatozoo rimane vitale nelle vie genitali femminili per circa 72 ore.

Da queste considerazioni tragga lei le conclusioni.

Infine sulla Serenoa Repens (Permixon) chieda informazioni più specifiche a chi gliel'ha prescritta per 15 giorni. Non sono segnalati comunque problemi "acuti" sulla qualità del liquido seminale .

Rimane poi fermo il consiglio di consultare in diretta un andrologo con chiare competenze in patologia della riproduzione umana.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com