Utente 913XXX
Salve volevo sapere se fa male ai reni di una persona sana, in ottima salute e che si alimenta correttamente, assumere dagli 8 ai 12 grammi di acido ascorbico (in polvere pura al 100% da sciogliere in un bicchiere d'acqua o in una spremuta o succo di frutta in dosi da massimo 2 grammi distribuite nell'arco della giornata) bevendo un totale di 2 litri d'acqua sempre nell'arco della giornata.

Poi volevo sapere se lo stesso iter lo facesse una persona con i reni policistici ci sarebbero complicanze? fa male?
[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Non fa particolarmente male, il rene (anche quello policistico, se funzionante) e' gia' preparato a espellere acidi perche' il metabolismo normale produce comunque un eccesso di acidi, e difatti l'urina normale e' acida anch'essa.

Semplicemente esiste un limite nella capacita' del rene di acidificare le urine (di pompare ioni H+ in una urina che ne contiene gia' tanti), e sotto a un pH di circa 5 nell'urina non si scende. L'acido non eliminato non fa male al rene, ma, se assunto in alte dosi nell'unita' di tempo, potrebbe fare male al nostro dissennato sperimentatore mandandolo in acidosi metabolica.

Prima che accada sarei curioso di sapere perche' e su indicazione di chi una "persona sanissima" dovrebbe mettere in atto pratiche cosi' palesemente innaturali e, credo, costose.

Messaggio della serie: Pauling? un altro Nobel matto!

[#2] dopo  
Utente 913XXX

Iscritto dal 2008
Esattamente Pauling e la sua medicina ortomolecolare! :)
Se non è un problema per i reni vorrei provare.

Eventualmente dopo quanto tempo da quando inizio mi consiglia di fare esami completi di sangue e urine per vedere se e' tutto ok?