Utente 262XXX
Salve,
Spero che la sezione sia giusta.
La storia è un pò lunga: ad agosto 2016 ho avuto una forte colica al lato destro pensavo fosse appendicite perchè prendeva la zona inferiore e si irradiava fino a sotto le costole e il rene, sono stata portata con l'autombulanza al pronto soccorso e dopo forti antidolorifici antispastici tachipirine che mi hanno diminuito ma non fatto passare il dolore che è continuato per tutto il giorno e la notte e non capendo dalle analisi e dall'ecografia cosa mi scatenasse il dolore visto che l'appendice era a posto, avendo una cisti ovarica bella grossa hanno pensato che fosse un problema ginecologico. Nel frattempo mi era venuta anche la febbre.
Mi hanno dimessa per poi operarmi di cisti endometriosica di 13 cm a dicembre.
Da agosto fino all'intervento ho preso la cerazette per la cisti e dopo l'operazione pure in modo continuato vist che ho l'endometriosi.
Ad aprile 2017 ho avuto dolori al basso ventre molto forti durati 5 giorni che mi portavano ad andare in bagno ogni volta che mangiavo qualcosa. in qquei giorni sono andata di corpo 4 volte minimo al giorno e il dolore ma non con diarrea in modo normale. Il dolore però sotto ombellico non passava e mi è venuto anche il ciclo con tanto di pillola continuativa. Non ho preso nulla eprchè i medici mi dicevano che avendo problemi di lentezza di intestino dopo l'operazione e prendendo per questo il movicol al bisogno non dovevo bloccare la peristalsi e dunque non ho preso nulla. Passato da solo, rimasta indolenzita vado dopo una settimana al pronto soccorso mi fanno analisi del sangue e risulta l'amilasi alta un pò alta. Ad agosto quando ho avuto quella colica forte avevo anche l'amilasi alta anche se con valore inferiore rispetto ad aprile ma nessuno ci fece caso, questa volta in ospedale si preoccuparono di un problema al pancreas io sono tornata a casa e dopo qualche settimana ho fatto eco all'addome che diagnostica lieve sabbia alla colecisti.
Ora chiedo a voi, prendo lucen frontal e cerazette faccio una dieta abbastanza leggera perchè soffro di gastrite da farmaci e sono sottopeso per la cisti che mi ha provocato complicazioni tenendomi a letto per mesi. Cosa comporta la sabbia? che sintomi dà? rischio forti coliche e operazioni con la sola sabbia? questi farmaci che prendono posso contribuire alla sabbia? ho paura di avere anche la colecisti compromessa e di subire un nuovo calvario. Non ce la faccio più. Cosa mi consigliate? Mi hannod etto che con un farmaco si scioglie e stop ma se continuo a prendere dei farmaci che li provocano non passerà più giusto? Sono preoccupata e confusa. non me lo aspettavo. Cosa posso mangiare nel frattempo? Grazie mille.
[#1] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Per sapere se la colecisti contiene microcalcoli( ovvero la cosiddetta sabbia biliare) deve sottoporsi ad una ecografia dell'addome. In seguito dovrà chiedere una visita specialistica chirurgica per valutare le opportune misure terapeutiche.
[#2] dopo  
Utente 262XXX

Iscritto dal 2012
grazie per aver risposto.

Come detto dopo esser andata ad aprile al pronto soccorso ho fatto l'ecografia addominale (maggio, qualche settimana dopo quindi) e mi è stata riscontrata sabbia biliare:
scrivo referto:
fegato nei limiti di norma per volumetria ed ecostruttura omogenea.
colecisti ripiegata, a pareti regolari, con presenza di una minima quota di sabbia biliare endoluminale apprezzabile al variare dei decubiti.
Non dilatazione delle vie biliari. VP di calibro regolare.
Milza testa e corpo del pancreas nella norma.
reni di normale volumetria con buona rappresentazione della coricale esenti da calcoli o stasi urinale.
vescica utero e annessi normali.
Assenza di significativo versamento fluido libero in addome.

ANALISI DEL SANGUE effettuate ad aprile al p.s. (vi scrivo solo i valori alterati):
filtrato glomerulare medio: >60
Amilasi: 145>
gpt: 34>
emoglobina 10.8 <
ematocrito 33.5<
mcv 78.8<
mch 25.4<
rdw 16.6>
neutrofili: 76.8>
linfociti 18.6<

se volete un confronto vi scrivo anche quelli di agosto 2016 quando ho avuto il forte dolore a destra e sono andata con autoambulanza all'ospedale tra gli altri valori alterati c'era amilasi 116 > se volete vi scrivo anche gli altri.

LIPASI invece sempre nella norma. sia ad agosto che ad aprile.

spero di aver in questo modo dato completezza di informazioni da valutare per la mia richiesta. Altra cosa che ho dimenticato di dire: ad aprile, dopo le coliche durate una settimana, quando sono andata al p.s. avevo mancanza d'aria ed ero senza voce da 4 giorni infatti non riuscivo a parlare, non mi sentivano. So che la pancreatite si sviluppa con mancanza d'aria può essere quello il caso? Chiedo a voi perchè in quella occasione il medico del ps era confuso: come diagnosi mi disse si trattava di ansia ma dalle analisi (amilasi e un altro valore che non ricordo ma che vi ho scritto di certo in questo messaggio perchè era un valore alterato) ipotizzò che poteva esserci una pancreatite. cosa che mi spiazzò.

In ogni caso mi dimise dopo 7 ore con mezza flebo di glucosio, una radiografia ai polmoni che portò al seguente caso:" accentuazione diffusa bilaterale del disegno polmonare in assenza di lesione focale parenchimale. mediastino in asse. cuore ai limiti."
e 10 gocce di diazepan sotto la lingua (che non risolsero il problema).

A giorni farò comunque visita dal gastroenterologo dell'ospedale. Nel frattempo vorrei anche un vostro parere sul quadro sopra esposto.

Grazie mille.
[#3] dopo  
Utente 262XXX

Iscritto dal 2012
Cari dottori spero che questa volta mi possiate rispondere in modo più attivo e presente.
Da aprile ho fatto 3 ecografie addominali una visita dal gastoenterologo e ho rifatto le analisi del sangue e delle urine. vi riporto quanto successo:
dopo aver scritto qui senza ricevere risposte ho, come avevo annunciato, fatto la visita dal gastroenterologo che mi ha solo palpato la pancia ma non ha fatto eco. guardando però l'ecografia dove risultata che c'era la sabbia alla colecisti ha notato questa ricurva e siccome io l'ho avuta sempre distesa, ha messo in dubbio l'attendibilità dell'eco perchè la colecisti era contratta non per natura ma perchè stava "lavorando", sebbene io fossi andata all'esame digiuna ma comunque di pomeriggio. Così mi ha richiesto una nuova eco e delle analisi del sangue.
Questo è quello che risulta dalla seconda eco fatta di mattina domiciliarmente:
FEGATO NEI LIMITI,A REGOLARE ECOSTRUTTURA, PRIVO DI LESIONI FOCALI.
VENA PORTA NEI LIMITI
VBI E VBE NEI LIMITI
COLECISTI NORMODISTESA A PARETI REGOLARI PRIVA DI FORMAZIONI AGGETTANTI NEL LUME.
MILZA E PANCREAS DI NORMALI DIMENSIONI ECOSTRUTTURA E D ECOPENICITA'
RENI IN SEDE CON REGOLARE RAPPORTO CORTICO MIDOLLARE.
NON DILATAZIONI DELLE CAVITà COLICO PIELICHE Nè IMMAGINI RIFERIBILI A CALCOLI.
NORMALE PER DIMENSIONE L'AORTA ADDOMINALE NON VERSAMENTI NEI RECESSI PERITONEALI ESPLORABILI.
fatta questa eco ho fatto analisi di urina:
ESAME COLTURALE
GERME IDENTIFICATO ESCHERICHIA COLI
N. COLONIE 250.000
CARATTERI FISICI
COLORE: LEGGERMENTE TORBIDO
PROTEINE: 5,00 MG/DL
SANGUE: 0.03 MG/DL
ESAME MICROSCOPICO SEDIMENTO :
ALCUNE CELLULE BASSE VIE
RARI ERITROCITI
LEUCOCITI 5-10 XC.
Poi c'è l'antibiogramma dell'escherichia coli che se vi interessa vi allego successivamente.
Visto che la seconda eco contraddice la prima che riportava sabbia biliare, ho fatto una terza ecografia a fine giugno 2017 in un'altra struttura che scrivo a seguire:
FEGATO REGOLARI DIMENSIONI ED ECOSTRUTTURA OMOGENEA.
VIE BILIARI INTRA ED EXTRAEPATICHE NON DILATATE.
COLECISTI LIEVEMENTE RIPIEGATA IN ATTO ALITIASICA.
VENA PORTA DI REGOLARE DECORSO E CALIBRO.
REGIONE PANCREATICA MAL VALUTABILE SEPPURE IN ATTO NON SEMBREREBBERO APPREZZARSI GROSSOLANI ESPANSI IN SEDE CEFALO- PANCREATICA.
MILZA DI REGOLAARE VOLUMETRIA(9,2 CM) AD ECOSTRUTTURA OMOGENEA.
ENTRAMBI I RENI SI PRESENTANO DI REGOLARE VOLUMETRIA CON NORMALE DIFFERENZIAZIONE CORTICO-MIDOLLARE, IN ASSENZA DI IMMAGINI DA RIFERIRE A LITIASI E/O IDROFRENOSI.
NON VERSAMENTO LIBERO NELLO SPAZIO SOVRAMESOCOLICO.
Questa terza eco praticamente dice che ho la colecisti ripiegata ma senza sabbia, la seconda dice che l'ho distesa senza sabbia e la prima dice che l'ho ripiegata con lieve sabbia. Tutt'e tre fatte tra maggio e giugno cosa devo pensare, c'è sabbia non c'è... ho colecisti ripiegata, distesa? è il caso di fare altra eco (la 4a)?
intanto ho fatto analisi del sangue che ha diversi valori alterati che riporto:
VES: 27 MM
emoglobina:10,30 g/dl
mch 24.80 pg
mchc 30.70 g/dl
rdw-cv 15.40%
mpv12,80 fl
pdw 16.30 fl
p- lcr 47,5 %
leucociti: 3,64 10 3/ul
sideremia 43
AMILASEMIA 140 U/l (AD APRILE ERA 145 AL P.S.)

LA lipasi invece è 32 (NELLA NORMA)

per quanto riguarda gli altri valori sono nella norma quali:
eritrociti
mcv
rdw-sd
pct
creatitininemia
colesterolo totale e hdl
transaminasi got e gpt e alt
bilirubina totale e frazionata
sodioo potassio magnesio
trigliceridi
pcr
glicemia
azoto calcio
gamma gt

quindi dopo tutte queste analisi secondo voi ho sabbia biliare problema pancreas colecisti? perchè ho amilasi a 140? il mio medico dice che non ho nulla e che devo mangiare tutto. vorrei anche un vostro parere.. spero in una vostra risposta, anche più di una. grazie