Utente 574XXX
Sintesi della storia di mio padre.Pregresso timoma a basso grado di malignità operato nel 2007 e cancro uroteliale della vescica trattato con istillazioni di chemio sempre nel 2007.Cancro del colon operato nel 2013,nel 2016 in seguito alla scoperta di metastasi epatiche fa un anno di chemio e data la stazionarietà delle lesioni si interviene con termoablazione.Nel gennaio 2017 scopriamo due noduli al polmone sx di basso suv 2.3 e 2.2 operato.Terapia con blocco androgenico per cancro alla prostata non operato.Oggi abbiamo ritirato l esito della pet:all'esame odierno si osserva la comparsa di almeno quattro aree di accumulo del radiofarmaco nel polmone dx una di suv 2.3 una di suv 1.4 e l'altra di 1 aree che appaiono riferibili in prima ipotesi a lesioni ripetitive.Ad oggi non potrebbe fare chemio a causa di una LMC scoperta a settembre 2016 e attualmente in cura con ottimi risultati .Le mie domande sono,questi noduli sono certamente metastasi? Quale terapia potrebbe seguire mio padre?grazie per la vostra risposta

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. V Scipione
24% attività
16% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2016
Cara Amica le probabilità che siano metastasi sono elevatissime,difficile credere a patologia o alterazioni diverse da questa.
Per quanto concerne la terapia non sono lo Specialista più indicato per poterLe dare una opinione in merito,concerne nel caso allo Specialista Oncologo illustrarLe l'utilizzo di possibili vie terapeutiche.

La saluto