Utente 450XXX
Buongiorno,
scrivo qui perche' ho un disturbo a cui il mio medico di base, l'osteopata ed il medico sportivo non sono riusciti a dare una spiegazione.
Non so nemmeno come descriverlo ma l'unico modo, pensando alla sensazione, e' dire che sento spesso una specie di scossa/vertigine al centro del torace e mi succede in varie occasioni: se mi abbasso, quando mangio, se scendo le scale o semplicemente camminando.
Ho una protrusione armonica a tre vertebre cervicali e una dorsale e spesso mi scrocchia lo sterno.
Mentre su ecocardiocolordoppler, elettrocardiogramma e gastroscopia non e' stato rilevato nulla di anomalo. Quindi niente reflusso, elycobacter o ernia iatale, ed il cuore tutto ok (non ho mai fatto holter o eco sotto sforzo). Unica cosa alla gastroscopia mi hanno chiesto se mi sono mai scottata l'esofago, ma onestamente non ricordavo.
Il disturbo non e' giornaliero e varia di intensita', ma quando mi succede comunque mi preoccupa.
Ho sofferto di attachi di panico e di ansia e vado da uno psicoterapeuta che ha escluso sia di origine psicosomatica.
Spero che qui qualcuno mi possa aiutare.

Grazie dell'attenzione.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Cara Signora,
ho la netta sensazione che lei soffra, come tutti i viventi, di extrasistolia.
Che può essere percepita soggettivamente con sensazioni che il paziente descrive come può.
Il bulging dei quattro dischi intervertebrali (3 Cervicali e uno Dorsale) che non specifica non possono essere considerati responsabili delle sue verosimili extrasistoli, ma possono alterando la statica della colonna vertebrale darle quei problemi sternali che lei lamenta. Una valutazione fisiatrica non sarebbe inutile.
Dato che l'Ecocardiogramma color doppler dice di averlo fatto con esito negativo, le consiglierei di programmare, più per sua tranquillità che per altro, un Holter ECG/24h durante una giornata normalmente vissuta, segnalando con l'apposito pulsante quando si verifichino i sintomi che riferisce.
Potremo così avere la registrazione per 24 ore dell'attività elettrica del suo cuore.
Continui pure il percorso psicoterapeutico, e se vorrà tenermi aggiornato lo faccia senza problemi.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 450XXX

Iscritto dal 2017
Dott. Caldarola,
la ringrazio del gentile riscontro. Non avevo pensato potesse trattarsi di extrasistole perchè quando mi capita di avere quelle sento proprio un tonfo al petto. Seguirò il suo consiglio e mi farò prescrivere l'holter ecg 24 ore per togliermi ogni dubbio. Ho dimenticato di aggiungere che ho dei giorni in cui ho la cosiddetta fame d'aria credo: sento un pò di pressione e che mi manca l'aria. Ho bisogno di fare dei respiri profondi di torace o sbadigliare e poi se riesco ad eruttare mi passa.
Ultima cosa...a volte mi sveglio di notte con tachicardia, sudata e dopo una bevanda calda mi sopraggiunge lo stimolo ad evacuare. Una volta fatto mi passa tutto.
Ho 39 anni ma a volte mi sento come se ne avessi molti di più: non lascio che questi disturbi interferiscano con la mia vita ma mi creano disagio e non capendone la natura non è facile fare sempre finta di nulla tanto poi passa.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
la fame d'aria che descrive è un tipico fenomeno ansioso.
Sempre che lei non fumi, altrimenti è colpa del fumo di tabacco.
Faccia l'Holter ECG/24h e poi se vorrà mi posti il referto così valuteremo queste sue aritmie/extrasistoli.
A presto,
Dott. Caldarola.