Utente 867XXX
Salve,
volevo un parere sulla mia situazione, sono una ragazza di 23 anni e da circa 5-6 anni soffro di problemi del "microcircolo".
Sono stata da un angiologo che, dopo aver effettuato un ecodoppler ha riscontrato un'anomalia nella vasodilatazione dei capillari alle estremità (mani e piedi), ma non si tratta di sindrome di Reynaud.
Mi ha somministrato una serie di farmaci per questo problema, partendo dai più blandi (non ne ricordo i nomi, ma ne ho provati due o tre), fino ad arrivare, l'anno scorso al LOFTYL o IRRODAN 300.
Nonostante questo farmaco mi causasse problemi vari: vertigini, mancanza di forze (che comunque duravano solo pochi minuti), ricordo di aver avuto un miglioramento generale, le mani avevano un colorito "abbastanza" normale, anche se i geloni sono comparsi ugualmente.(Altro diturbo legato al microcircolo e davvero fastidioso)

Quest'anno dovrei prendere di nuovo IRRODAN? Se si per quanto tempo?E' pericoloso come dicono? Ho letto che in francia lo hanno vietato.

Inoltre Vorrei un rimedio efficace e veloce per i geloni.

P.s. inoltre volevo sapere se per il mio problema un'eventuale uso della pillola anticonzezionale potrebbe essere problematico.

Grazie.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Con i limiti di una valutazione a distanza si tratta di un disturbo di natura funzionale legato ad una alterata reattività del suo apparato vascolare agli stimoli per lo più termici e che si inquadra nel capitolo delle cosiddette "acrosindromi" di cui fanno parte anche la malattia di Raynaud e la sua manifestazione clinica (comune anche ad altre affezioni) rappresentata dal "fenomeno di Raynaud".
Solo raramente queste affezioni sono la manifestazione di malattie dell'organismo a sfondo "reumatoide" la cui esistenza va esclusa mediante esami ematochimici che il suo Medico di Base dovrebbe essere in grado di prescriverle.
Esclusa questa eventualità la terapia si basa su farmaci emoreologici e sulla protezione dal freddo dell'intero corpo e non solo delle estremità.
Nella sezione MinForma troverà un ottimo articolo sull'argomento:
http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=33295