polso  
 
Utente 451XXX
Buongiorno,
Il 16 aprile, in seguito ad una caduta in bicicletta e allarmato dal dolore alla mano e polso, mi sono diretto al pronto soccorso dove dopo le lastre mi hanno diagnosticato una sospetta frattura dello scafoide.
Due settimane dopo circa ho fatto la tac che ha confermato la frattura.
Ho mantenuto il gesso, che escludeva il gomito, per 40 giorni terminati i quali mi è stato levato il gesso e fatte nuovamente le lastre.
Il dottore una volta avermi visitato mi ha prescritto di mettere un tutore con presa di pollice per altre 3 settimane e poi iniziare un ciclo di fisioterapia.
Il quadro clinico, citanto parola per parola il referto, è "polso asciutto, stabile, non dolore palpatorio su focolaio"
Vorrei chiedere se la frattura si è consolidata e come capire, dopo 3 settimane che il polso è perfettamente guarito.
Infine mi è venuto il dubbio sulla reale utilità del tutore, se si può magari omettere o portare un po' meno di 3 settimane, dato che mi causa fastidi e dolori che è difficile ignorare.
Grazie mille in anticipo

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr.ssa Marina Faccio
24% attività
8% attualità
0% socialità
AREZZO (AR)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2017
Buongiorno,
data la scarsa vascolarizzazione anatomica dello scafoide, è bene che lei segua le indicazioni del suo specialista e mantenga il tutore per le 3 settimane prescritte. Se il tutore le dà fastidio, le consiglio di recarsi da un fisioterapista della mano, cosicché possa confezionarle un tutore su misura, che si adatti perfettamente al suo polso.
Saluti