Utente 405XXX
Buona sera,
chiedo questo consulto per mia madre, di anni 59, con problemi di glaucoma (dovuto ad anni di cortisone ma tenuto sotto controllo), angioma occipitale, Mthfr mutato in omozigosi, e un paio di episodi di TIA pregressi.
Poiché soffre di vene varicose, ma soprattutto di teleangectasie, vorrei sapere se la fleboterapia tridimensionale con salicilato di sodio ha controindicazioni rispetto ai problemi "vascolari" sopra citati.
Grazie per l'attenzione,
cordiali saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UN CONSULTO A DISTANZA

Gentile Utente,
premesso che la metodica in oggetto non rientra tra quelle raccomandate dalle linee guida delle Società Scientifiche ( http://www.societaitalianaflebologia.it/linee-guida-flebo-linfologiche-sif-sicve-2016/ ), avrei seri dubbi sulla opportunità di intraprendere il trattamento della patologia venosa, a meno che essa non risulti invalidante o origine di complicazioni. Esso andrebbe in ogni caso valutato con estrema prudenza e dopo attenta valutazione specialistica internistica e soprattutto ematologica, anche in considerazione di eventuali terapie mediche concomitanti (anticoagulanti, antiaggreganti) verosimilmente in corso.