Utente 199XXX
Buonasera,
oggi ho fatto una ecografia alla spalla e questo è il referto: non lesioni a tutto spessore delle componenti tendinee della cuffia dei rotatori. Flogosi parenchimale del sovraspinato complicata dalla presenza di una calcificazione intraparenchimale di 5mm di diametro in sede peri inserzionale. Lieve irregolarità del profilo corticale della testa omerale da riferire a encoche in ABER position. Il TCLB è centrato nella doccia omerale. Non versamento articolare.
Il mio problema è che non riesco a fare tanti movimenti o dormire bene perchè mi da fastidio, mi fa male e me lo sento subito "pesante". Leggendo il referto, sinceramente, non ho capito cosa ho. Vorrei anche avere un consiglio su cosa potrei fare.
Grazie.
Saluti
[#1] dopo  
Dr.ssa Marina Faccio
24% attività
8% attualità
0% socialità
AREZZO (AR)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2017
Cara signora,
il referto indica che non vi sono lesioni complete dei tendini della cuffia dei rotatori (che sono i muscoli che si inseriscono sulla testa dell’omero e che fanno muovere la spalla): ciò significa che i tendini della spalla sono integri; sono presenti invece una calcificazione del tendine del sovraspinato (uno dei tendini della cuffia dei rotatori) e conseguente infiammazione dello stesso. Il dolore che lei accusa soprattutto la notte e durante i movimenti è dovuto alla calcificazione. L’ asportazione della calcificazione può essere effettuata in due modi: in regime ambulatoriale con tecnica con ago o in day hospital con intervento chirurgico artroscopico o aperto. La scelta del trattamento dipende dal tipo di calcificazione. Le consiglio di eseguire una radiografia della spalla e con gli esami eseguiti di recarsi da un chirurgo dell’arto superiore per decidere il tipo di trattamento più adeguato.
Ci faccia sapere,
Buona giornata.
[#2] dopo  
Utente 199XXX

Iscritto dal 2011
Buonasera Dottoressa,
La ringrazio per la risposta.
Sono andata dallo specialista il quale mi ha detto che dovrei fare massoterapia, tecarterapia e onde d'urto per migliorare l'infiammazione e, nel frattempo, se mi fa malissimo da piangere andare da lui per l'infiltrazione. Il mio medico dice invece che le tre terapie che mi ha consigliato sono errate. Lei cosa ne pensa?
Nel caso dovessero eseguire l'asportazione della calcificazione in day hospital o con ago i tempi di ripresa sarebbero tanto lunghi?
Grazie ancora.
Saluti
[#3] dopo  
Dr.ssa Marina Faccio
24% attività
8% attualità
0% socialità
AREZZO (AR)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2017
Buongiorno signora,
le terapie indicate non sono errate, anche se le onde d’urto possono essere dolorose e avere risultati meno brillanti rispetto ad altre procedure. Il vantaggio è che si tratta di una procedura non invasiva.
L’escissione con ago, quando possibile a seconda del tipo di calcificazione, viene effettuata in anestesia locale in regime ambulatoriale; i tempi di recupero sono rapidi, la fisioterapia viene iniziata precocemente, già durante i primi gg dopo la procedura. Anche con la procedura artroscopica i tempi di recupero sono rapidi; in questo caso si tratta di un intervento chirurgico, eseguito in sala operatoria in anestesia loco-regionale (di tutto il braccio), generalmente in regime di day-hospital.
Ci tenga aggiornati.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 199XXX

Iscritto dal 2011
Buonasera Dottoressa,
La ringrazio nuovamente per le risposte rapide e esaustive. Non appena ci saranno sviluppi Le farò sapere.
Grazie.
Saluti