Utente 446XXX
Buongiorno dottore,
ho sempre avuto un ciclo mestruale molto regolare, di circa ventiquattro/venticinque giorni. Questo mese, nonostante abbia tutti quelli che potrei definire i soliti sintomi, sono al ventottesimo giorno e delle mestruazioni non c'è traccia. Il ciclo l'ho avuto il 5 maggio, ed il 9 maggio ho avuto un rapporto sessuale utilizzando solo il coito interrotto, che comunque sembrava perfettamente riuscito, dato anche che lui si è tirato fuori molto prima. Praticamente non avevo ancora finito le mestruazioni, e credo di aver ovulato molti giorni (una settimana circa) dopo. Tuttavia sono terrorizzata dall'eventualità di poter essere gravida; fino al venticinquesimo giorno non ci pensavo, ma adesso ovviamente ne ho molta paura. Ho avuto un po' di stress ultimamente, ma in passato ne ho avuto di più forte e non mi è mai accaduto che lo stress influisse in qualche maniera. Inoltre non mi è mai capitato di saltare un ciclo, come ho detto sono molto regolare e poco o niente influenzabile da fattori esterni
A circa metà di questo ciclo ho fatto anche la seconda dose di vaccino contro il Papilloma Virus, ma il mio ginecologo sostiene che ciò è ininfluente. I miei sintomi sono: seno gonfio con lieve produzione sebacea (questo secondo sintomo già accaduto in passato ma da un po' non mi accadeva più), dolori all'addome e qualche episodio di secrezione più abbondante (per il resto sono secca). Non so cosa pensare, spero che lei possa aiutarmi
La ringrazio anticipatamente
[#1] dopo  
Dr. Lucia Vecoli
44% attività
12% attualità
20% socialità
LUCCA (LU)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2014
Gent. Sig., in casi come il suo il consiglio è semplice: faccia il test di gravidanza se il ciclo le dovesse ritardare di qualche giorno. Nel frattempo le consiglio di non pensarci, altrimenti l'ansia che traspare chiaramente dalle sue parole può influire negativamente e provocare addirittura un ritardo mestruale. Il ciclo mestruale è infatti sotto l'influsso del sistema nervoso, attraverso il complesso sistema ipotalamo -ipofisario, che regola il funzionamento delle ovaie e quindi la produzione degli ormoni sessuali femminili, estrogeni e progesterone. I tassi ematici di queste sostanze oscillano attraverso un delicato equilibrio e determinano la ciclica comparsa delle mestruazioni. Per evitare situazioni di disagio come quella attuale, le consiglio di valutare con il suo ginecologo la possibilità di utilizzare un metodo contraccettivo sicuro e confacente ai suoi gusti, che le possa consentire di vivere una sessualità più serena. Cordiali saluti e auguri.
[#2] dopo  
446680

dal 2018
Grazie mille, nel frattempo le mestruazioni sono arrivate. Seguirò il suo consiglio