sport  
 
Utente 451XXX
Salve, parto dal presupposto che in seguito a una frattura scomposta del V metacarpo della mano destra risalente intorno al 15 maggio 2017, sono prima stata ingessata per 7 giorni e al successivo controllo rx la frattura risultava ancora leggermente scomposta. In data 29 maggio 2017 ho subito un'intervento di osteosintesi con l'inserimento di due fili di K. (per spiegare la posizione dei fili userò dei termini poco tecnici chiedo scusa).
I fili partono entrambi dal dorso della mano nella zona vicino al polso e (da ciò che ho visto nei rx) percorrono tutto il metacarpo in lunghezza, quasi fino alla testa. Al momento ho il V dito steccato in posizione di riposo e una fascistura morbida, la stecca arriva fino a metà avambraccio dunque anche il polso è immobile..
Detto questo ecco le mie domande: è possibile riprendere piano piano a fare sport? Per esempio una corsa? O magari le vibrazioni del corpo durante la corsa possono "interferire" nel processo di guarigione?
Il sudore che rimarrebbe sotto la fasciatura potrebbe causare infezioni a lungo andare?
Grazie in anticipo

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr.ssa Marina Faccio
24% attività
8% attualità
0% socialità
AREZZO (AR)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2017
Buongiorno,
l'indicazione è quella di mantenere la ferita (in questo caso i fori di entrata dei fili di K) asciutta e pulita per evitare il rischio di possibili infezioni. Inoltre, soprattutto i primi giorni dopo l'intervento, è consigliato mantenere l'arto in scarico (sopra il livello del cuore) per evitare gonfiori e quindi dolore.
Quindi, con le dovute precauzioni e attenzioni, tra qualche giorno può iniziare con un po' di sport leggero (passeggiata, corsa leggera..), senza mettere a rischio la mano e seguendo sempre le indicazioni prescritte dal suo chirurgo.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 451XXX

Iscritto dal 2017
La ringrazio molto, seguirò i suoi consigli