Utente 116XXX
Gentili Dottori,
vi riassumo "brevemente" la mia storia: In agosto 2005 mi hanno estratto il dente del giudizio(ottavo destro basso) in ambito ospedaliero in quanto incluso ed in posizione orizzontale (spingeva contro le radici del dente vicino)ed inoltre sono intollerante ad alcuni medicinali.
Dopo due settimane tutto era sistemato ma dopo ancora una settimana torna il gonfiore! Dopo altri 4 cicli di antibiotici e lavaggi interni non si risolve il problema. Vengo rioperato (rivisitazione) a novembre 2005 con nuovi cicli di antibiotici e lavaggi (corsodyl).
Ad oggi, pur non gonfiandosi, sento ancora un "fastidio generalizzato" alla mandibola destra ed a volte un po' di dolore. Non so più cosa fare.
A cosa può essere dovuto? Forse e l'osso che non si riforma? O forse, quelle poche volte che mangio dal lato oggetto del problema, si formano delle infezioni interne? Come posso, una volta per tutte, eliminare il problema?
Vi ringrazio.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Roberto Crenna
20% attività
0% attualità
0% socialità
PARABIAGO (MI)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2000
Gentile Signore,
difficile dare un parere,
mi perdoni, ma immagino le abbiano fatto una radiografia di controllo ?
Nel tal caso i colleghi cosa le hanno riferito ?
Cordiali saluti
Roberto Crenna
[#2] dopo  
Dr. Fabio Gramaglia
24% attività
0% attualità
0% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2006
Buongiorno,risulta molto difficile dare una risposta senza visitarla,perche' i motivi della persistenza del dolore possono essere molteplici.Di frequente capita ad esempio che dopo un estrazione difficile si possa instaurare un infezione dell'alveolo(alveolite)che di norma dopo terapia antibiotica passa.Un consiglio che le posso dare e'chiedere al suo dentista se possiede il laser che puo' risultare molto utile nella decontaminazione dei siti infetti.Auguri

Dott. Fabio Gramaglia
[#3] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
TRIESTE (TS)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Dalla descrizione si può ipotizzare che vi sia stata un'osteite alveolare post-estrattiva ("alveolite"), piuttosto frequente in caso di estrazioni complicate del terzo molare inferiore. Non sempre si può risolvere con una terapia antibiotica, ed infatti si è resa necessaria una revisione chirurgica.
La sintomatologia attuale può anche essere normale in tale sede anatomica dopo episodi flogistici ripetuti e conseguenti interventi chirurgici.
E' opportuno, tuttavia, un controllo clinico ed eventualmente radiografico (eventualmente T.C.) per escludere ulteriori indicazioni chirurgiche.
[#4] dopo  
Dr. Maria Cristina Brotto
20% attività
0% attualità
0% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2003
Le consiglierei di effettuare una ortopantomografia di controllo e fare per una settimana sciacqui con corsodyl puro mantenuto per un minuto in bocca senza sciacquarsi dopo con l'acqua.
Se non ci sono residui radicolari infetti vedrà che pian piano si normalizza il tutto.
Cordiali saluti M. Cristina Brotto
[#5] dopo  
Dr. Paolo Giuseppe Formenti
24% attività
4% attualità
0% socialità
MONZA (MB)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2006
Sono anch'io del parere che sarebbe necessario un controllo radiografico ed eventualmente una T.C per escludere eventuali complicanze, comunque visto che riferisce un certo miglioramento, potrebbe attendere ancora un paio di settimane e vedere l'evoluzione.
Nel frattempo consiglierei l'applicazione di Corsodyl Gel localmente, come antisettico.
Concordo con il collega Dr. Gramaglia che l'applicazione del laser potrebbe portare significativi miglioramenti
Distinti saluti.
Dr. Paolo Formenti
[#6] dopo  
Dr. Angelo  Giuseppe Bondesan
20% attività
0% attualità
0% socialità
CORNAREDO (MI)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2004
Nel caso di estrazioni di denti del giudizio inclusi, cioè ritenuti nell'osso in modo anomalo, possono persistere,dopo l'intervento, delle parestesie (sensibilità e sensazioni alterate), questo è dovuto alle manovre chirurgiche purtroppo necessarie all'intervento,che mentre da una parte estraggono il dente dall'altra vanno a stimolare zone innervate e particolarmente sensibili.
Normalmente questi fastidi scompaiono in alcuni mesi, le consiglio di avere pazienza e farsi controllare periodicamente presso il centro dove ha fatto l'intervento in modo da escludere e/o trattare eventuali complicanze sul nascere.
Cordialità
[#7] dopo  
3885

Cancellato nel 2008
GENTILE PAZIENTE,
IL SUO E' UN CASO DI DIFFICILE DIAGNOSI A MEZZO E-MAIL. GENERALMENTE, GLI OTTAVI INCLUSI DANNO UNA SINTOMATOLOGIA DOLOROSA E POST TRAUMATICA PER NON PIU' DI 5-7 GIORNI. NON SAPREI PROPRIO COSA DIRLE, IN QUANTO SONO CERTO E SICURO CHE LEI ABBIA ESEGUITO INDAGINI STRUMENTALI E VISITE RIPETUTE.
CI RICONTATTI, PER FAVORE, E SIA, POSSIBILMENTE, PIU' COMPLETO NELLA SUA ESPOSIZIONE, FACENDO RIFERIMENTI A ESAMI STRUMENTALI ESEGUITI.
GRAZIE
DOTT. ANTONIO CILIO
[#8] dopo  
3885

Cancellato nel 2008
MI SCUSI UNA DOMANDA BANALE: IL SETTIMO, CIOE' IL SECONDO MOLARE, LATO ESTRAZIONE OTTAVO INCLUSO, RADIOGRAFICAMENTE E' SANO O PRESENTA CARIE, INFILTRAZIONI, TASCHE GENGIVALI, O ALTRO?
DOTT. ANTONIO CILIO
[#9] dopo  
Dr. Pietro Convertino
24% attività
4% attualità
0% socialità
ALBEROBELLO (BA)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2004
Gentile paziente sicuramente come già detto dai colleghi avrà sviluppato un alveolite post-estrattiva, la cosa strana è che le abbiano courretato la zona solo a novembre, visto che il dente è stato estratto ad agosto mi sembra.
Cmq i suoi fastidi attuali potrebbero anche originare da aderenze cicatriziali sui muscoli elevatori della mandibola soprattutto quando mangia cibi dove occorre masticare molto.
Inotre io valuterei la vitalità del molare precedente(non vorrei che sia necrotico e quindi sia da devitalizzare) e farei una rx opt di controllo se non l'ha già fatta nell'ultimo periodo.
Poi se vuole x maggiore tranquillità può fare una Tac di controllo.
Resto a sua disposizione x qualsiasi altro chiarimento anche telefonico al n. 080-4322607.
Saluti sinceri.

Dr. Pietro Convertino
[#10] dopo  
Dr. Enio Dell'Artino
16% attività
0% attualità
8% socialità
FIRENZE (FI)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2002
Importante nel suo caso è effettuare una OPT di controllo per la valutazione di una exeresi dell'ottavo eseguita correttamente, e per escludere una eventuale infezione al dente adiacente o ancora per capire se sono presenti delle lesioni ossee.
Non escluderei inoltre una patologia di tipo otorinolaringoiatrico.
Saluti