Utente 451XXX
Buongiorno, sono un uomo di 44 anni con un'angioma (di colore rosso) molto esteso agli arti superiori, alla parte superiore del tronco e in piccole zone sulle natiche e sui piedi, causato - così mi fu detto quando da piccolo i miei genitori mi fecero visitare - da "vasi capillari sotto pelle".
Fino ad un paio di anni fa non ho avuto alcun problema evidente connesso all'angioma, ma da un po' di tempo anche con temperature non basse (anche 20 o più gradi) avverto un generalizzato senso di freddo che si diparte dalle zone interessate dall'angioma. Inoltre tutta la parte diviene di colore livido (ormai riprendo il mio colore "naturale" rosso chiaro molto raramente), come in passato avveniva a temperature tendenti allo zero. Oltre alla sensazione di freddo, le parti del corpo interessate (principalmente le mani) calano realmente di temperatura poiché toccando altre parti del corpo avverto la sensazione di freddo. parlo da ignorante in materia, ma sembra come se avvenga una eccessiva vasocostrizione, che fino a poco tempo fa non avveniva. A seguito del generale raffreddamento tutto il corpo comincia a rallentare le sue reazioni, come se si sopisse.

Ho recentemente effettuato una visita angiologica, con annesso eco color doppler. Non è risultato nulla di patologico a livello di vene e arterie.
Ho effettuato una capillaroscopia che non ha riscontrato il morbo di Raynaud ma una forma dei capillari diversa dal normale (con grovigli).
Successivamente un altro esame che misura la velocità di deflusso del sangue (non ricordo il nome) ha evidenziato, come del resto anche la capillaroscopia, un rallentamento della microcircolazione.
Ho anche effettuato una visita reumatologica e gli esami del sangue necessari, ma non si è riscontrato alcun problema in tal senso.

Ringrazio anticipatamente per l'attenzione che vorrete porre alla mia problematica.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
comprenderà la difficoltà di fornire a distanza una valutazione che risulti più attendibile di quella di chi ha avuto la possibilità di osservare la Sua condizione dal vivo.
D'altra parte Lei è stato già sottoposto agli accertamenti specialistici indicati e che Le avremmo suggerito.
Mi sentirei solo eventualmente di consigliarLe di ripetere anche più volte gli accertamenti reumatologici e di postare il quesito anche nell'area di Dermatologia.
[#2] dopo  
Utente 451XXX

Iscritto dal 2017
Buonasera, mi scusi l'ignoranza, perché dovrei ripetere gli accertamenti reumatologici ? Il sintomo può precedere il risultato degli accertamenti ?
[#3] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Talvolta la positività si presenta in maniera incostante.