Utente 426XXX
Salve, ho fatto un tatuaggio circa 9 anni fa e sono andata dal migliore tatuatore della città sotto un profilo igienico-sanitario visto che avevo parlato con un operatore dell'Asl. Ora navigando su internet ho letto della possibilità che tali sostanze sia cancerogene e contenenti metalli pesanti. Spaventata mi sono recata dal mio tatuatore a chiedere informazioni sulle componenti e lui mi ha rassicurato sul fatto che già 10 anni fa usata inchiostri anallergici privi di metalli pesanti e assolutamente non cancerogeno. Nonostante tale rassicurazione momentanea, sto riflettendo sulla possibilità di rimuoverlo e vorrei sapere se prima di procedere è possibile verificare con qualche esame/test le componenti Dell'inchiostro e quale sia il metodo migliore, soprattutto, meno dannoso possibile per la salute laddove contenesse tali sostanze. Inoltre vorrei sapere che tipologie di controlli effettuano le Ausl se solo sull'igene dei luoghi e strumenti o anche sugli inchiostri?Grazie
[#1] dopo  
Dr. Dario Graziano
44% attività
16% attualità
16% socialità
NOVARA (NO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2010
gentile utente, per verificare il tipo di inchiostro l'unica soluzione è rimuoverne una piccola parte e fare analizzare l'inchiostro.
quanto ai controlli dell'ASL sugli inchiostri o sull'igiene è una domanda a cui non le so rispondere. provi a porre la domanda nelle sezione di igiene e sanità pubblica.
cordiali saluti
cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 426XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio per la risposta è provvederò a rivolgere la domanda nell'apposita sezione. Ma per rimuovere e analizzare l'inchiostro è necessario procedere solo per via chirurgica o ci sono altri metodi?