Utente 916XXX
Gentile dottore; sono un giovane di 23 anni le scrivo per un problema che mi sta creando molta paura.
Premetto che sono un soggetto ansioso ed anche abbastanza ipocondriaco, volevo farle notare che è da circa un mese che avverto extrasistole durante i rapporti sessuali o addirittura con la semplice masturbazione.
Questi episodi si presentano con delle extrasistole che mi prendono una dopo l'altra e che si calmano o meglio scompaiono solo interrompendo il rapporto sessuale.
Le vorrei evidenziare che questi episodi non avvengono sempre, ma solo determinate volte(magari su tre rapporti: una volta le avverto le altre due No), volevo inoltre farle notare che non avverto quasi mai se non sporadicamente extrasistoli a riposo o dopo lo sforzo, ne tantomeno durante lo sforzo fisico in palestra(a parte qualche episodio sporadico)!!!
Volevo inoltre dirle che circa 7 anni fà, durante una visita sportiva mi vennero diagnosticate delle extrasistoli ventricolari risultate del tutto benigne dopo accurati controlli.
Dottore la prego, mi dia un consiglio ho tanta paura!!!
Grazie della cortese attenzione.
Distinti Saluti, Marco F.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
l'insorgenza delle extrasistoli è facilitata dagli intensi sforzi emotivi/fisici cui sottoponiamo il nostro organismo in special modo durante i rapporti sessuali.
E' necessario ,per un'accurata e corretta diagnosi del suo problema, e per accertare la reale benignità delle extrasistoli, provvedere ad una visita cardiologica con un monitoraggio ecocardiografico (ECG-Holter ECG) associata ad una valutazione della funzionalità tiroidea.
Cordialmente,