fumo  
 
Utente 256XXX
Buongiorno dottori!
Mia nipote di 4 anni ha avuto alcuni mesi fa una broncopolmonite diagnosticata al pronto soccorso dopo vari episodi di tosse. Dopo la cura andata a buon fine ancora adesso spesso si presenta questa tosse che peggiora la sera ma continua anche la notte causando a volte la fuoriuscita di catarro. Il pediatra ha sempre dato da fare l aereosol con soluzione fisiologica e quando serve sciroppo. Quello che vi chiedo è:

1 - può il fumo passivo, anche da sigaro, inalato in casa regolarmente, portare all'insorgenza o peggioramento dei sintomi? (Situazione quasi inevitabile dato che il nonno e la madre non vogliono fumare fuori casa).

2 - le terapie a base di aereosol e sciroppo date dal pediatra sono l'unica cosa da fare in ambito terapeutico?

Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
la risposta sul fumo passivo è presto data: è nocivo in quanto la sua inalazione irrita le vie respiratorie della bambina.
E nella sua situazione non mi pare proprio che sia il caso che questo avvenga.
In quanto alla terapia prescrittale dal pediatra, essa presuppone una diagnosi e una diagnosi presuppone una valutazione accurata della piccola paziente certamente non per via telematica.
Dunque, essendo impossibile via PC effettuare una valutazione clinica, se i sintomi continuassero e la piccola non beneficiasse di aerosol e sciroppi sarebbe opportuno sentire un secondo e qualificato parere.
Saluti cordiali,
Dott. Caldarola.