test  
 
Utente 452XXX
Buonasera Dottore,
ho bisogno di un suo parere per una cavolata che ho fatto e che non ripeterò mai più in vita mia.
Per farla breve, circa 30 giorni fà ho avuto un rapporto orale passivo non protetto con una escort, e successivamente un rapporto penetrativo con condom, appena uscito dall' appartamento iniziano le mia ansie peggiori che ancora oggi non mi fanno vivere più una vita serena, nonostante tutte le rassicurazioni del mio medico, e del dermatologo che mi ha visitato 3 giorni dopo dal rapporto perchè avvevo un arrossamento /escoriazione sul glande che non riesco a ricordare se era presente anche prima del rapporto.
Il dermatologo (informato di tutto) mi ha detto che si trattava solo di una dermatite da stress e mi ha prescritto un pomata con cortisone che praticamente mi ha risolto il problema nel giro di 2/3 giorni, a 20 giorni sono tornato per un controllo e mi ha detto che è tutto apposto.
Nel frattempo a 26 giorni dal rapporto ho deciso di eseguire i seguenti test: HIV DI IV GENERAZIONE (ANTIGENE - ANTICORPI P 24), SIFILIDE, GONORREA, EPATITE C (PER LA B SONO VACCINATO) e i test sono r risultati tutti negativi.
Volevo sapere da lei quanto possano essere attendibili questi test eseguiti con questa tempistica e se eventualmente devo ripetere i test per avere la sicurezza al 100% di non aver contratto nessun tipo di malattia.
A momento oltre alla grande ansia al punto che ho iniziato a prendere ansiolitici non ho nessun sintomo rilevante,posso solo segnalare qualche prurito sparso per il corpo ma senza bolle, arrossamenti, o comunque ferite visibili.
Grazie mille per la risposta.
Cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
lei dice di essere seguito da un Dermatologo.
Credo che se davvero l'unica figura professionale, idonea nella gestione delle MST, è il dermatolgo, come affermano taluni, e tutto il resto va buttato al macero,il Suo le avrà anche indicato le tempistiche per l'esecuzione dei tests che non sono quelle che lei riporta.
Inoltre se lei decide di fare degli esami al 26° giorno dal rapporto a rischio, significa che ha sufficiente competenza per assumere queste decisioni.
Se fosse stato incerto avrebbe chiesto al suo Dermovenereologo.
Porti pertato tutto l'icartamento al suo specialista e senta cosa ne pensa.
La Medicina è una scienza seria: è solo il Medico che deve decidere quando sia opportuno fare le indagini dianostiche.
Non il paziente che prende decisioni autonome e poi vuole le percentuali di attendibilità degli esami che ha deciso di fare in autonomia.
Buona giornata,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 452XXX

Iscritto dal 2017
Gentile Dottore,
grazie per la rapida risposta.
Lei ha ragione, ma io purtroppo sono in preda da uno stato di ansia forte, quindi volevo un suo parere in merito dato che ho visto che da sempre risposte molto precise, e lleggendo una sua risposta che lei ha dato ad un utente dice che il test di IV generazione a 27 giorni ha un attendibilità di circa il 95 % e che per avere la sicurezza al 100% comunque si deve ripetere a 40 giorni dall' evento a rischio.
Volevo una sua conferma in merito, per ritornare a vivere una vita serena.
Grazie mille!
Saluti
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
se lei torna a vivere una vita serena, sapendo che il test HIV di IV generazione a 26 gg da un rapporto a rischio, ha il 95% di attendibilità, non mi smentisco certo con lei.
Ma ho i miei dubbi che questo accada veramente.
In quanto alla tempistica per lo screening della Sifilide (VDRL/TPHA) proprio non ci siamo a meno che non abbia effettuato un dosaggio degli anticorpi specifici anti Treponema IgM ed IgG con le molteplici metodiche disponibili.
Idem per l'Epatite C che con i test di ultima generazione assicurano un risutato definitivo a 60 gg.
A meno che lei non esegua un HCV RNA qualitativo nel qual caso il periodo finestra può ridursi a 15 - 20 gg.
Questo è lo stato dell'arte al momento.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 452XXX

Iscritto dal 2017
Gentile Dottore,
grazie ancora per la risposta.
Certo avere un test HIV affidabile al 95% non è l' assoluta sicurezza ma la percentuale è abbastanza alta, poi a 40 giorni dal rapporto eseguirò di nuovo il test per avere la risposta definitiva se me lo conferma anche lei che è corretto, perchè sostanzialmente è questo il pensiero che più mi angoscia quindi volevo una risposta in merito se possibile.
Per quanto riguarda le altre MTS alcune non siamo nei tempi giusti, ma mi permetto di inviarle tutti i risultati in modo che possa consigliarmi quali eventualmente devo ripetere:

Anti - Hiv 1 + 2 / antigene p 24
metodo E.L.F.A.
IgG anti HiIV 1 + 2 E Ag P 24 -NEGATIVO

V.D.R.L.
Metodo: A. D.
Ricerca Ac. anti - reagina - NEGATIVO

T.P.H.A.
Metodo: Immunocromatografico
Ricerca Ac - anti treponemici - NEGATIVO

ANTICORPI ANTI - HVC
Metodo E.C.L.I.A.
ANTICORPI ANTI -HCV - ASSENTI

Inoltre qualche tempo fà avevo richiesto al laboratorio l' esame per vedere se ancora avevo gli anticorpi per l' epatite B (perchè al centro vaccinazioni non è stato possibile reperire il mio certificato delle vaccinazioni) con il seguente risultato:

Anti - HBsAg - 402 > 12 positivo

Grazie millle!
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
mi pare evidente che i test siano negativi.
C'è scritto.
TEMPISTICHE
-TPHA e VDRL vanno ripetuti a 40 - 50 gg dal rapporto a rischio.
-L'Epatite C non fa parte delle MST quindi a mio avviso se non c'èra sangue visibile il test è inutile.
Comunque se vuole ripeterlo deve farlo a 60 gg dal rapporto a rischio.
-HIV test di IV generazione va ritenuto definitivo a 40 gg dal rapporto a rischio.
Saluti
Dott. Caldarola.
[#6] dopo  
Utente 452XXX

Iscritto dal 2017
Buonasera Dottore,
grazie come sempre per la rapida e precisa risposta.
Le volevo fare un ultima domanda:
Il risultato dell' HIV mi dice che è negativo e mi esce come valore 0,08 su un valore limite di < 0,25 (negativo) > a 0,25 (positivo) cosa vuol dire?
Mi devo preoccupare per questo valore perchè significa che ho un ' infezione o un principio in corso o è normale?
Normalmente se il test è negativo non dovrebbe risultare 0 il valore?
Grazie mille!
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
non è come dice lei.
Consideri il test negativo e non faccia supposizioni prive di fondamento scientifico.
Putroppo non possiamo fare un trattato di medicina di laboratorio.
Si tranquillizzi.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#8] dopo  
Utente 452XXX

Iscritto dal 2017
Buonasera Dottore,
grazie per la risposta.
A 40 giorni esatti dall' episodio ( sesso orale passivo non protetto ) ho eseguito i test per Hiv (IV generazione) e sifilide, entrambi con esito negativo.
Per quanto riguarda l' HIV posso ritenere il test definitivo e accantonare l' episodio definitivamente?
Per la sifilide devo ripetere l' esame a 50 giorni o potrebbe ritenersi definitivo con questo test?
Grazie per la sua disponibilità!
Saluti
[#9] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Ritenga entrambi definitivi.
Auguri.
Saluti,
Dott. Caldarola.