Utente 186XXX
Gent.mo Dottor Caldarola,

sono la signora che ha richiesto un consulto (11 maggio 2017) sulla correlazione tra farmaci sartani e tumori. Io non mi sento tranquilla a prendere il TELMISARTAN, dato il modesto aumento tumorale come statistica. Le chiedo cortesemente, se è preferibile sostituirlo con un ace inibitore come enalapril o ramipril o meglio un calcio antagonista come la barnidipina che crea meno edemi.
Lo studio LANCET ONCOLOGY che Lei sappia prende in considerazione anche gli ace inibitori o solo i sartani ?

Cordialità
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
a parte il fatto che i suoi timori sono infondati, le ricordo che noi non possiamo suggerire terapie per via telematica.
Deve essere chi l'ha in cura realmente a farlo dopo che lei onestamente abbia espresso le sue ossessioni.
Una cosa è certa: se non cura l'ipertensione rischia di avere danni d'organo e di morire o vivere male; se la cura con un sartano efficace su di lei rischia solo di campare a lungo e bene.
Potenziali oncogeni sconosciuti possono essere posseduti da molti farmaci: per i sartani non c'è nessuna prova che provochino malattie oncologiche.
Tranne quelle di qualche ricercatore che, evidentemente, preferisce gli IACE.
Ne parli con il curante.
Cordiali saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 186XXX

Iscritto dal 2010
Gentile dottor Caldarola,
Grazie per il riscontro. La mia non è un ossessione, ma solo preoccupazioni in parte fondate. Non ho detto di non curare l ipertensione, ma solo di cambiare farmaco per stare più tranquilla. Le allego una risposta del direttore di oncologia del ospedale Veneto.
Anche Lui è del parere che ci sono stati modesti aumenti di tumori con pazienti trattati con sartani, e questa risposta non mi fa stare tranquilla, anche se consiglia di non cambiare terapia se ben tollerata. Ho parlato con il mio medico mi ha indicato in alternativa la barnidipina.

Cordialità

http://pconte-salute.blogautore.repubblica.it/2017/05/29/rischio-di-cancro-con-luso-di-sartani/
[#3] dopo  
Utente 186XXX

Iscritto dal 2010
La risposta dell' Oncologo, sono stati segnalati modesti aumenti tumorali su pazienti trattati con sartani non mi fa stare tranquilla, credo anche giustamente. Per questo ho pensato di sostituire il telmisartan con calcio antagonista, volevo sapere cosa ne pensava della barnidipina al posto del micardis.
[#4] dopo  
Utente 186XXX

Iscritto dal 2010
Non volevo un parere se il telmisartan può provocare tumori, ma solo un consiglio, riformulo la mia domanda, non sono stata precisa e se la barnidipina può andare bene al posto del telmisartan e
tra barnidipina e Lecardipina quale crea minori edemi ?

Grazie
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Signora,
le confermo la mia risposta.
La terapia la deve impostare il medico: lei ora vuole tornare all'IACE quando mi pare che lo avesse smesso perchè le dava tosse!
Di Calcioantagonisti ce ne sono una pletora e a me la Barnidipina non piace come farmaco.
Ma non posso dirle che cosa deve prendere: un calcio antagonista può sostituire il sartano: tutto sta a vedere come lei risponde clinicamente.
Di più per via telematica non posso dirle se non di leggere con attenzione quello che dice l'oncologo nella risposta su un giornale non scientifico.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#6] dopo  
Utente 186XXX

Iscritto dal 2010
Salve,
l' ACE-inibitore non lo mai utilizzato, sul calcio antagonista il medico di base mi aveva indicato Barnidipina o Lercanidipina (Zanedip) che potrebbero creare meno edemi.
Il mio cardiologo invece ha detto che se voglio stare tranquilla mi sostituisce il sartano con ace i. e non con il calcio ant. dopo la visita di settembre.

Le chiedo un ultima cosa cortesemente:
come ace inibitori che principi secondo Lei sono migliori ?

Cordialità
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Dimenticavo: tutte le diidropiridine hanno la tendenza a dare edemi perimalleolari: fa parte dell'effetto farmacologico accentuato dal caldo.
Non c'è dunque differenza tra le due molecole che propone.
Saluti cordiali,
Dott. Caldarola.
[#8] dopo  
Utente 186XXX

Iscritto dal 2010
Va bene, quindi tutti i calcio antagonisti hanno come effetto collaterale gli edemi periferici.

Come ACE-inibitore, di solito qual' è il più indicato ?

Cordialità
[#9] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Io uso il Ramipril, se possibile alla dose di 10 mg in due somministrazioni giornaliere.
Non abbiamo studi sul potenziale oncogeno degli IACE. Ma sicuramente certezze sui benefici.
Questo per correttezza glielo devo dire.
Buona giornata.
Dott. Caldarola.
[#10] dopo  
Utente 186XXX

Iscritto dal 2010
Va bene, la ringrazio per il riscontro.
Buona giornata a Lei.

Cordiali saluti