Utente 116XXX
Salve,

Sono un ragazzo di 27 anni, circa 3 mesi fa cominciai ad avede dei
bruciori urinando ed a avvertire un'insolito odore pungente dell'urina,
sinceramente nuovo al mio olfatto.

Pensavo nulla di che ma la cosa mi è capitata 2 volte in questi tre
mesi anche se la seconda volta non accompagnata dallo sgradevole odore.
Il medico generico all'esame generale delle urine ha trovato un tasso
di 216 nul su un max di 15 di sedimento leucociti e 25nlu su max di 20 di cellule epiteliali, GPT (ALT) 62 UL su max 40, dicendomi "hai una bella infezione".
Mi prescrisse Levoxacin per un primo ciclo di 5 gg, sembrava andare
relativamente bene ma dopo una settimana ho notato un'abbassamento del testicolo
destro, con infiammazione del solo epididimo, ed il formarsi in testa
dello stesso di una pallina di circa 3,5mm, dolore quasi sopportabile a
carico dell'epididimo e raramente collegato (non so se per i farmaci) al
rene destro.
Il medico generico mi prescive altri 5gg di Levoxacin (?!?)
Al pronto soccorso mi dissero "non hai niente" (?!?)
A visita ecografica solo su mia insistenza mi si disse " hai una piccola pallina ma sarà dovuta all'infiammazione, non hai niente, il testicolo scende per l'età" (?!?)
Io continuo ad avere il mio dolore, il testicolo sceso che mi procura molto fastidio, palpando ed osservando il testicolo si sente e vede questa "pallina"....
Mi trovo in Sicilia e tutti hanno fatto meno delle mie ricerche internet... cosa pensa lei?
La ringrazio molto del servizio fornito.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore 11690,

si potrebbe pensare ad una infiammazione vescicale (cistite) con concomitante interessamento delle vie seminali e dell'epididimo e comparsa di una epididimite.
Generalmente i sintomi sono più "importanti" e non dovrebbero sfuggire ad corretto esame medico.
Avrei l'impressione che si possa trattare di una infezione urinaria, corretta la terapia con levoxacin,e del risontro casuale di una tumefazione cistica epididimaria.
Eventualmente si faccia rifare una ecografia testicolare a distanza di 20 giorni circa.
cari saluti
[#2] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente, concordo pienamente con il Collega Dott. Pozza sulla ipotesi diagnostica che ha tratto.
L'unica cosa che mi sento di consigliarle, vista la concomitanza dei due problemi e senza nulla togliere al suo Medico di famiglia e ai Colleghi del pronto soccorso è di mettersi in cura da uno Specialista Andrologo o Urologo perchè possa seguire l'evolversi del suo quadro clinico.

Un sincero augurio
Dott. Benaglia
[#3] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
certe diagnosi sfiorano il comico dopo aver toccato il ridicolo. Passi per la diagnosi e la conseguente terapia della sospetta cistite. Ma questa "pallina" che diametri presenta? E poi: alle donne scende il seno con l'avanzare dell'età, adesso scopriamo che agli uomini scende il testicolo destro...a 27 anni????
Se Lei accusa dei sintomi importanti, non è chiedendo autonomamente a destra e sinistra ulteriori esami strumentali che risolverà il problema. Anzi, aumenterà il suo stato confusionale.
Occorrono le mani di un Collega meno frettoloso e superficiale.
Le faccio gli auguri per la pronta risoluzione del problema.
Affettuosi saluti.
prof. Giovanni MARTINO
[#4] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2006
Gentili Dottori,
ho effettuato una visita urologica presso l'ospedale nella quale il medico ha accennato al varicocele leggermente ingrossatoinfiammato e riscontrato la presenza di questa pallina il cui diametro era di 3,5 mm ed adesso sembra un pò rimpicciolita. Mi ha detto di fare un esame ecodoppler e se il dolore mi procura fastidio dell'Aulin. Non sono rimasto molto soddisfatto ma è un passo avanti. Cosa ne pensate Voi a riguardo? Meglio effettuare un'altra visita urologica?
Anticipatamente ringrazio di cuore.
[#5] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

direi di fare quello consigliatole dal Medico, una ecografia
cari saluti
[#6] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
si ...direi condivisibile l'atteggiamento diagnostico del Collega. Sia chiaro tuttavia che, con la sintomatologia che Lei riferisce, la formazione cistica di 3,5 mmm di diametro circa non c'entra un bel niente.
Controllate l'eventuale bilateralità del varicocele.
Direi che è inutile iniziare un pellegrinaggio negli studi medici della Sua città senza prima aver dato credito al Collega che La sta seguendo attualmente.
Ci tenga informati.
Auguri affettuosi e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#7] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2006
Egregi Dottori,
ho eseguito un esame ecodoppler ecco cosa dice il dottore:
"Didimi normoconformati con normale ecostruttura omogenea.
Normale vascolarizazione dei didimi a riposo.
Presenza di modesto idrocele bilaterale.
Aumento di volume del didimo destro disomogeneo con area anecogena nel suo contesto.
Formazione allungata ipoecogena di mm 4 di spessore a ridosso dell'epididimo dx.
Assenza di reflusso lungo il plecco spermatico destro e sinistro."

Mi si prescrive Ciproxin 750 mg per 20 gg e successivo controllo.

-Cosa ne pensate Voi in merito?
-Ho letto nel foglio informativo che il detto dosaggio è prescritto per forti infiammazioni a rischio di vita?!?
-Sono a rischio sterilità o tumori?

Anticipatamente ringrazio.
[#8] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

io consulterei il mio medico e valuterei meglio nel tempo ed ecograficamente l'evoluzione della area anecogena del didimo destro, magari facendo un ecocolor doppler ed i markers oncologici. Potrebbe trattarsi di una sem.plice infiammazione ma non si possono escludere altre ipotesi
Non si trascuri!!
[#9] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
ecco...questa novità nel reperto ecografico andrebbe fatta leggere a quel genio di Collega che L'ha liquidata con il fatidico "Lei non ha niente".
Dunque, credo che il problema meriti la massima attenzione. La zona anecogena situata nel contesto del testicolo, che fra l'altro è aumentato di volume ed etg disomogeneo, va strettamente monitorizzata e certamente non da noi qui nel Forum.
Occorre inserirLa nel contesto del Suo quadro anamnestico e clinico. In casi come il Suo, se i dubbi permangono anche dopo tentativi terapeutici, io personalmente propongo l'intervento di biopsia, con esame istologico intaoperatorio, sotto guida ecografica. Solo apparentemente può sembrare un "over treatment", ma Le assicuro che non mi sono mai pentito di aver fatto una biopsia, semmai qualche volta di NON averla fatta.
Non deve assolutamente trascurare il problema ma si affidi ad un Collega scrupoloso e paziente. Peccato Lei risieda così lontano.
Auguri affettuosi e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#10] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente, assolutamente daccordo con il monitoraggio dell'area intratesticolare con ecocolordoppler e esami ematici. Stia in cura con un Collega solo; in questi casi sentire troppe "campane" può essere controproducente.

Un cordiale saluto
[#11] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
anch'ìo non sottovaluterei il referto ecografico
farei dosaggio marcatori ed eventualemnte un'inguinotomia esplorativa