Utente 916XXX
Gent.mo Dott.,
ho 23 anni e da un po' di tempo ho notato che il colore del mio sperma non è lattescente , ma tendente piu' al giallino . Diciamo che ogni volta cè una percentuale variabile nel mio sperma di una parte lattescente,una parte trasparente e una parte giallina. Inoltre,la cosa che mi preoccupa è la presenza di corpi amilacei nello sperma , ovvero dei granuli gelatinosi tondeggianti.
Preciso che non ho nessun dolore testicolare e/o difficoltà eiaculatoria , e da quanto ho letto per casi simili si dice che potrebbe essere prostatite : possibile che io abbia la prostatite già a 23 anni?

Non ho fatto ancora un'analisi dello sperma,ma ho fatto un'analisi del sangue,delle urine e un ecografica dell'addome. Gli unici valori degni di nota sono sostanzialmente dei valori superiori alla norma di bilirubina , e una milza leggermente piu' grande della norma. Non so se possano centrare con lo sperma,comunque il medico mi ha consigliato di mangiare meno carne rossa.
Di costituzione sono nella norma, mangio sostanzialmente le stesse cose (pasta,pizza,carne rossa,pollo,insalate,panini,un po' di frutta e verdura,qualche volta legumi...) e non ho problemi di salute , se non un problema di dermografismo.

Aspettando una sua risposta,la ringrazio anticipatamente
cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Egergio signore,
la colorazione dello sperma varia spesso indipendentemente da fattori evitenti quali: dieta, abitudini, ecc... Per i granuli gelatinosi, non posso dirle nulla. A naso direi niente di chè, ma solo a naso.
Le consiglio un esame dello sperma, tanto per capirci qualche cosa, poi vada un collega.
Non faccia autodiagnosi, tipo prostatite, che un pò di congestione prostatica arriva con un paio di bicchieri di vino rosso e un po di peperoncino: tutte cose che abbondano nella sua terra.
Faccia sapere
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

alle considerazioni già fatte dal collega Cavallini,
io approfitto per consiglarle, vista anche la sua "giovane" età, se non ancora fatta, una valutazione clinica con un andrologo.

Impari dalle sue compagne e dalle donne che la circondano che sicuramente ,alla sua età, già conoscono il loro o la loro ginecologa.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com