Utente 194XXX
Gentilissimo dottore

sono un ragazzo di 32 anni che dopo vari dolori all orecchio e nevralgie, il medico ha ritenuto opportuno farmi fare 2 risonanze magnetiche.
1 all encefalo
1 al Atm per vedere le articolazioni.

Le risonanze magnetiche senza contrasto le ho fatte a distanza di soli 15 gg.

Ho letto che nn sono nocive perché nn hanno radiazioni ionizzanti come le tac e le lastre ma sfruttano un campo magnetico e onde elettromagnetiche.


Volevo chiedere se queste onde possono in futuro danneggiare il mio corpo .

Perché se il cellulare e' nocivo e le onde sono le stesse della risonanza qual è la differenza?


grazie dottore buona giornata

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
si tranquillizzi.
A parte il fatto che siamo circondati da campi magnetici anche intensi senza averne contezza, non esiste a tutt'oggi nessuna ma proprio nessuna prova che la RM possa creare danni immediati o nel tempo ai tessuti.
Anche quando si utilizzino dei magneti ad alta intensità di campo che può arrivare fino a 7 T ( per esempio per individuare i campi da irradiare con la terapia adronica in cui non vi deve essere neppure uno scarto di pochi mm).
Con i normali magneti a 1.5 T o anche a 3 T le due RM sono da considerarsi prive di rischio reale e molto meno rischiose delle irradiazioni di una TC per quanto di ultima generazione.
Il telefonino meriterebbe un discorso a parte, che non mi pare opportuno affrontare in questa sede: non fa certo bene stare con l'orecchio H24 "appiccicato" al device, non solo e non tanto per i danni alle strutture cerebrali, nervo acustico compreso, che sono ancora tutti da dimostrare, ma perchè l'uso eccessivo di smartphone et similia va a detrimento della vita sociale reale.
Quindi si rassereni e non pensi più alle due RM effettuate.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.