Utente 452XXX
Salve sono una mamma molto preoccupata per suo figlio.
Ha iniziato a stempiarsi all' età di 21 anni , molto gradualmente e lentamente perdendoli solo alle tempie e poco poco nella zona frontale in prima linea ma non dietro ( dietro davero poco e niente) .
E' da tanti anni appunto che usa spazzola e phon caldissimo vicinissimo al capello per stirarli perchè non gli piace la sua ondulazione e la mia preoccupazione non sta nella sua caduta dei capelli che tutto sommato non è forte, quanto nel fatto che se n'è fatto una malattia sta sempre con quel phon e spazola in mano per "nascondere " la sua stempiatura.
E' andato da due dermatologi, e con me presente ha chiesto se potesse essersi procurato lui la caduta con phon e spazzola. Un primo dermatologo tanti anni fa quando era all'inizio della caduta gli disse che queste cose li fanno cadere i capelli ma non mi convinceva per niente era sbrigativo e un tipo pure molto strano.
Il secondo dermatologo che l'ha visto recentemente e che gli è stato consigliato perchè ha curato diversi suoi amici con problemi con capelli ed è esperto, ci ha detto invece che phon e spazzola seppur usati in modo ossessivo non li fanno cadere i capelli ma che agiscono solo sul "lato estetico" del capello ma non sulla caduta , ci ha dato anche la spiegazione scientifica sul fusto, relativamente al fatto che queste cose non li fanno cadere, che adesso non ricordo però, e che a me sembrava però inverosimile perchè penso che se metti una cosa bollente ogni gorno, PIU VOLTE al giorno sul capello che è una cosa "viva" , ad un certo punto credo che quello cade, ma non sono un medico quindi non mi esprimo.
Detto ciò , ha anche escluso che quella di mio figlio potesse essere alopecia da trazione su sua esplicita domanda e ha detto che ha una leggera alopecia androgenetica, consigliandogli comunque di non usare phon bollente sul capello ma non perchè cadano ma perchè li rovinerebbe e avrebbe " dei brutti capelli ".
Ora quello che io mi chiedo è questo : è mai possibile che phon bollente e stiraggio ogni giorno non fanno cadere i capelli ma tuttal piu li rovinano solo senza influire sulla loro caduta come ha detto questo medico? L'altro medico (molto meno professionale e piu strambo devo dirlo) aveva detto che queste cose i capelli li fanno cadere. A chi credere quindi?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent. Le Pz
Di regola questi attacchi fisici ,ma anche quelli chimici ,agiscono sul fusto , danneggiandolo ,E non sul follicolo ,allocato in una posizione ben più profonda.
Ovviamente in casi estremi, con bruciature continuative , magari con trazioni ,et similia si potrà ingenerare uno stato infiammatorio peripilare che con il tempo si trasforma in un cofattore di caduta.
Ma concordo che la diagnostica va allargata.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 452XXX

Iscritto dal 2017
grazie per la risposta.
Ma la bruciatura continuativa anche se rimane solo a livello del fusto e non coinvolge la cute, può essere un cofattore di caduta?
Chiaramente lui non si brucia la cute ma il capello visibile(il fusto sarebbe vero?) lo massacra letteralmente, la cute però dubito anzi anni fa cambiò barbiere proprio perchè col phon nella piega gli scottava sempre la cute, quindi dubito proprio che da solo lo faccia.
[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Di regola coinvolge il fusto salvo caso importanti e ripetuti.
Cordialità
[#4] dopo  
Utente 452XXX

Iscritto dal 2017
Mi scusi Dottore però io continuo a non capire.
Quando dice "concordo che la diagnostica va allargata" a cosa si riferisce, con chi concorda?
Leggevo adesso su un sito medico relativo ai capelli che il fusto è considerato "parte non vitale" a differenza di ciò che credevo io , quindi ciò che non capisco è : che differenza c'è se viene bruciato una volta o 1000 se è parte non vitale e la bruciatura si limita al fusto?
Infine ultima domanda, le varie cadute di capelli sono catalogate " androgenetica- da farmaci- areata- da trazione e cosi via), quella "ipotetica" di cui stiamo parlando (phon bollente piu spazzola per la piega ) essendo estato escluso che sia alopecia da trazione, a che tipo di alopecia apparterrebbe? Perchè non ho trovato nulla relativo alla caduta da bruciature eccetto l'alopecia da ustioni ma non è certamente questo il caso.
Quest'ultima cosa la chiedo per capire se la diagnosi di alopecia androgenetica lieve che è stata fatta a mio figlio possa essere confusa da un medico con un altro tipo di alopecia.
La prego davvero di una sua gentile risposta, non saprei con chi parlarne e vorrei capire anche per regolarmi di conseguenza dato che mio figlio non lo capisce da solo,oppure al contrario se mi sto impressionando io per una naturale caduta che mio figlio non può contrastare e che nulla a che fare con la spazzola e il phon e quindi in quest'ultimo caso lo lascerei in pace.
[#5] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Gent.le Pz
Concordo con lei ,che con le sue domande e la sua necessità di indagare il fenomeno implicitamente richiede di verificare e allargare il procedimento diagnostico,non essendo chiaramente appagata dalle risposte fino ad ora arrivate.
E come sa il fusto è certamente non vitale e il semplice danneggiamento del fusto crea non un danno del follicolo ma magari crea la caduta a capelli spezzati.
Diverso è il caso di noxe (cause)più violente che vanno ad approfondirsi (di regola ustioni o causticazioni magari per applicazioni di preparazioni di permanenti o similia).
Per casi minori l'importanza è trascurabile.
Per il resto necessita la visita con Tricoscan e diagnostica correlata.
Cordialità Dott.G.Griselli
[#6] dopo  
Utente 452XXX

Iscritto dal 2017
ultimissima cosa che volevo chiederle è che a lui è stato fatto un esame chiamato dermoscopia se non erro, non so se è la stessa cosa di questo tricoscan.
La dermoscopia è un esame sufficiente per affermare con certezza che una caduta di capelli è androgenetica e non causata da altri fattori?
Grazie
[#7] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Una buona dermatoscopia è più che sufficiente ad evidenziare sia i fattori maggiori (anisotrichia ,capelli miniaturizzati ,Yellow dot) che minori (vari) che riguardano la alopecia androgenetica.
Allo stesso modo si osservano fusti e osti follicolari (ricerca di follicolo monobulbari o bigemini o trigemini ,fenomeno peripilari ,etc) danneggiamento del fusto,etc
[#8] dopo  
Utente 452XXX

Iscritto dal 2017
Dottore io la ringrazio per le sue risposte, però essendo molto tecniche, non ho ancora capito se una dermoscopia, che mio figlio ha eseguito, sia o meno sufficiente per escludere che sia stato il phon a fargli cadere i capelli sulle tempie ( ripeto, a seguito di dermoscopia gli è stato detto che ha una lieve androgenetica e che, phon bollente e spazzola, anche se usati vicinissimi al capello, non li fanno cadere ma "solo" rovinare). Però se ho ben capito da tutte le sue risposte lei conferma questa cosa su cui ero perplessa.
Cosi come non ho capito se esiste una alopecia causata dal bollente del phon (non sulla cute ma solo sul fusto) , per quest'ultima cosa se ho ben capito non esiste alopecia ma ci dovrebbe essere solo ustione della cute per la caduta dei capelli.
[#9] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Si la dermatoscopia è sufficiente.
E un phon caldo non può dare alopecia ma al massimo rovinare i capelli.Cordialità
[#10] dopo  
Utente 452XXX

Iscritto dal 2017
grazie