colpa  
 
Utente 408XXX

Buonasera,
Sono un ragazzo di 31 anni, alto 1,78m per 60Kg, non fumo e non bevo alcolici. Sono nato con una conformazione toracica a imbuto (petto escavato), ho sempre sofferto di dolori intercostali e mal di schiena fin dall'adolescenza, ma con tutte le visite che ho eseguito, anche cardiologiche, nessuno mi ha mai detto che questa conformazione toracica, con l’avanzare dell’età, poteva compromettere l’attività cardio-respiratoria. Da qualche mese, oltre ai dolori intercostali, sto soffrendo di dolori al lato sinistro del corpo che comprendono collo, spalla e braccio accompagnati da extrasistole. Quest'ultime si presentavano molto più spesso, ma da quando ho iniziato ad evitare cibi e bevande che favoriscono la formazione di aria nello stomaco (soprattutto lattosio), sono diminuite parecchio. Nell'ultimo mese mi sono comparse per tre volte soltanto mentre discutevo con qualcuno o mi arrabbiavo, in questi casi mi durano parecchi minuti, anche 15, nei quali ho una sensazione molto più brutta di quelle a riposo, che durano solo qualche secondo: battito irregolare a singhiozzo, con dei vuoti che mi tolgono un po il respiro. Ho fatto diverse visite per capire da cosa potessero dipendere queste problematiche, ma i due cardiologi e il gastroenterologo, che mi hanno visitato recentemente (6 mesi fa), hanno attribuito la colpa di queste extrasistole al reflusso gastroesofageo, scaturito ipoteticamente da stress o ansia. Non nascondo, che nei casi più estremi, a volte mi spavento, credendo di stare per avere un infarto, ma comunque, nel mio caso, non credo dipenda da stress o ansia. Ho sempre fatto attività fisica che ho interrotto da circa 6/7 anni per motivi di lavoro, vorrei ricominciare, ma al momento non mi sento tranquillo se non escludo rischi alla mia salute, legati alla compressione che mi provoca la mia conformazione toracica o altro.
Vi contatto perché anche se nessuno mi ha mai diagnosticato il petto escavato, so per certo di esserne portatore e quindi vorrei sapere a chi devo rivolgermi per capire la gravità della mia conformazione, se questa possa portarmi i problemi di cui vi ho parlato e se ho bisogno di un qualche tipo intervento o terapia.

Grazie in anticipo.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Guglielmo Mario Actis Dato
44% attività
4% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Buongiorno. Il suo caso è sicuramente meritevole di essere valutato per una correzione. I disturbi che lei lamenta possono in qualche modo essere correlati alla malformazione della gabbia toracica e pertanto una correzione chirurgica di questa malformazione potrebbe avere un qualche beneficio anche da quel punto di vista.
Sarebbe utile poter avere un riscontro radiografico mediante una tac.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 408XXX

Iscritto dal 2016
Grazie per la risposta Dottore.
Per fare una visita prima della tac a quale specialista dovrei rivolgermi?
Grazie ancora.