Utente 422XXX
Buonasera.
Spero che questa sia la sezione giusta in cui scrivere, perchè non so esattamente dove collocare il mio quesito.
Sono più di sei anni che, a momenti alterni, mi ritrovo con un dolore fastidiosissimo al braccio sinistro. Il sintomo principale è la quasi totale mancanza di forza nel momento in cui devo alzare pesi anche non eccessivi (qualche ciocco di legna da ardere, padelle, scatoloni pieni...o anche solo tenere per un po' in braccio la mia cuginetta), accompagnata da una costante sensazione di formicolio che si presenta in modo non costante (che non è propriamente formicolio ma è più simile a quando, ad es., un piede si "addormenta" e diventa pesante e fastidioso da muovere). Ho da poco iniziato ad usare dei pesi di qualche kg per rassodare le braccia e, se col braccio destro non ho nessuna difficoltà a fare gli esercizi in maniera costante e fluida, col braccio sinistro mi è praticamente impossibile anche alzare un paio di volte il peso, sia flettendo il braccio sia alzandolo e abbassandolo. Il dolore misto a debolezza dell'arto permane anche in seguito per poi svanire lentamente o tramutarsi in un "semplice" indolenzimento. Oltre all'uso dei pesi, anche le più piccole attività svolte mi provocano, nel giro di qualche minuto, gli stessi sintomi, tanto che devo ricorrere costantemente all'uso del braccio destro. All'inizio sospettavo una tendinite o una sindrome del tunnel carpale (scrivo molto sia a mano che a pc), entrambe escluse dal medico di base. Ho eseguito negli anni due elettromiografie, entrambe risultate negative (tanto che il medico, vista la mia frustrazione nel non riuscire a trovare una spiegazione, mi rispose "eh, a volte non si riesce a trovare la causa di questo tipo di dolori..."). Ho già effettuato alcune RMN con mezzo di contrasto per controllare un piccolo meningioma calcifico in sede orbitofrontale sx e il neurologo non ha riscontrato nulla che possa spiegare ciò che sento al braccio (aveva ipotizzato uno schiacciamento di qualche nervo, se non vado errata). Fra qualche mese rieffettuerò la RMN per il controllo periodico del meningioma e ne riparlerò col neurologo perchè, sinceramente, dopo anni, non ne posso più e mi sento bloccata anche nelle attività più semplici. Nel frattempo però, a quale tipo di specialista potrei rivolgermi? Che esami mi consigliereste di fare? Vi ringrazio.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

posso dirle che il dolore al braccio sotto sforzo certamente non dipende da una ipotetica Sindrome del Tunnel Carpale (STC).

Le parestesie ricorrenti (formicolio), vanno indagate anche clinicamente: inutile fare esami su esami senza aver prima di tutto aver consultate uno specialista (chirurgo della mano):

http://www.sicm.it/it/chirurghi-e-professionisti/i-soci/mappa-soci-sicm.html

Buona giornata.
[#2] dopo  
Utente 422XXX

Iscritto dal 2016
Grazie della risposta, dott. Leccese.
Ho consultato la mappa del link che ha allegato e ho visto che ci sono vari professionisti nella mia zona, quindi prenoterò una visita.
So che non è possibile avere una diagnosi online ma, indicativamente, di cosa potrebbe trattarsi? Mi preoccupa il fatto che non sia risultato nulla dalle due elettromiogrie nè dalle RMN e non capisco cosa potrebbe essere quindi inizio ad essere un po' spaventata.