Utente 917XXX
Mia madre, 81 anni molto ben portati, soffre da tre mesi di sindrome mediastinica da trombosi della vena cava superiore e tronco anonimo causata probabilmente da una port-a-cath impiantata circa 10 anni fa per trattamento chemioterapico (ca esofago,attualmente in remissione totale)e mai rimossa dall'oncologo. Quando mi sono deciso a farla rimuovere, 11 mesi fà, è stato impossibile in quanto il caterere si era "saldato" con la vena. Dopo qualche mese si sono evidenziati i sintomi da aumentata pressione venosa in zona craniale e toracica. L'angio tac e l'ecocolor doppler hanno confermato il sospetto diagnostico, ma nessuno degli specialisti di Napoli(angio e cardiochirurghi) consultati ritiene di intervenire, per la complessità dell'intervento o perchè non pensano si possa procedere con catererismo venoso, anche se non capisco il perchè. Attualmente in terapia con clexane 4000 x 2, non ce la fà più, sta malissimo. Qualunque consiglio o suggerimento su centri specialistici con esperienza di casi analoghi sarebbe molto ben accetto!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Massimo Pisacreta
32% attività
0% attualità
12% socialità
ARONA (NO)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2005
Gentile signore,
la sindrome mediastinica è una patologia rara e problematica. Non somo molti i centri che affrontano spesso questa patologia. Se veramente non ha ottenuto finora risposte adeguate può chiedere una consulenza al Prof. Roberto Chiesa a Milano presso il San Raffaele. Sono sicuro che troverà soddisfazione.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 917XXX

Iscritto dal 2008
Gent.mo Dott.Pisacreta,
anche a me hanno detto che è una patologia problematica. Seguirò certamente il Suo consiglio, sperando che il Prof. Chiesa possa indirizzarmi al meglio.
La ringrazio e la saluto cordialmente