Utente 453XXX
Buongiorno,
Il 2 giugno (14 giorni fa) la mia ragazza si è rotta la tibia nella zona malleolare.
La frattura è composta e non ha avuto bisogno dell'intervento chirurgico.
Attualmente è ingessata da sotto il ginocchio fino alle dita del piede.
La guarigione sta procedendo ma da ieri mattina (ovvero dopo 13 giorni dalla frattura) ha la febbre che oscilla dai 37.2 ai 37.7.
potete darmi un consiglio?
E' una cosa normale? Mi devo preoccupare o la febbre è normale in caso di fratture?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Silvio Boer
28% attività
12% attualità
16% socialità
TORRE PELLICE (TO)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Non si tratta di un rialzo febbrile importante in quanto è sotto i 38 gradi, sempre che la temperatura sia stata presa esterna e non interna, ma in ogni caso in una frattura di norma non si ha un rialzo febbrile a meno che ci siano gravissime fratture o fratture esposte ossia con frammenti ossei che hanno lacerato la pelle e questo non è assolutamente il vostro caso.L'unica cosa che occorre valutare è se non vi siano problemi circolatori legati alla immobilizzazione che possono causare ad esempio una flebite ed è per questo che di norma in caso di immobilizzazione a lungo con gessi si tende a dare a discrezione del medico curante e in relazione ad ogni caso singolo una copertura antiaggregante con iniezione sottocute di Eparina. Quindi il consiglio è di consultare il vostro Medico di Famiglia se vi sono le indicazioni e se permane il rialzo febbrile ed eventuale dolore all'arto inferiore. Cari saluti, Dr.Silvio BOER