Utente 116XXX
cari dottori.
vorrei sottoporvi l'esito del mio secondo spermiogramma fatto a seguito di visita urologica dove mi venivano diagnosticati testicoli mobili.
ph. 8.1 volume 3ml
colore avorio
aspetto: acquoso
viscosità: lievemente aumentata
fluidificazione: dopo 60 minuti completata

valutazione morfo funzionale non determinabile causa esiguità del nr. nemaspermi.

trovati rari nenaspermi immobili.
non risultano infezioni.
mi sono sottoposto ad eco dove risultan i testicoli normali ma risulta presente un varicocele evidente sul lato sinistro.
ho intenzione di prendere appuntamento con un andrologo di fiducia ma vorrei sapere se, dato l'esito dell'esame, è meglio che mi metta l'anima in pace sul fatto di poter diventare padre.
grazie anticipatamente.
ho 33 anni

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente, certo che se la situazione seminale non è correggibile una gravidanza spontanea è praticamente impossibile(sarebbe però interessante sapere l'esito del primo spermiogramma!)Nella peggiore delle ipotesi, e sempre che la coppia accetti, si può ricorrere ad una fecondazione assistita ad alta tecnologia (ICSI).Per quanto concerne il varicocele le posso dire che non è mai causa di una criptozoospermia come la sua.
Deve assolutamente fare una visita Andrologica visto il caso un pò complesso proprio per verificare sia dalla sua storia clinica che da tutti gli esami che le verranno richiesti (ecografie, esami ormonali e genetici)se questa situazione trova spazi terapeutici oppure no.

Un sincero augurio
Dott. Benaglia
[#2] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2006
caro dott. Benaglia intanto la ringrazio per la risposta celere.
purtroppo il primo spemiogramma era praticamente identico al secondo se non per il ph leggermente piu alto.
Senza farmi da solo false speranze lei crede che c'e qualche minima possibilità che, approfondendo il mio caso con l'aiuto di un andrologo, ci sia qualche possibiiltà di correggere la mia situazione seminale....
ancora grazie.
[#3] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
tutto abbastanza complicato e serio. Non si può imputare niente al varicocele questa volta. Ma Lei si è mai fatto controllare dal punto di vista andrologico negli anni passati? E da un punto di vista anamnestico cosa ci può dire? Ci faccia sapere.
Dopo gli opportuni controlli, io personalmente proporrei una biopsia testicolare bilaterale. Ma assolutamente niente altro di chirurgico.
Auguri per tutto.
Affettuosi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#4] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Buongiorno, la domanda che mi pone è davvero molto difficile. Mi dispiace ma devo ripeterle che solo sulla scorta della storia del paziente, della visita vera e propria e di esami ematici e strumentali le si può dare una risposta realistica.

Se ha piacere mi tenga informato degli esiti degli esami che farà e allora di certo potrò darle una risposta.

Un caro saluto
[#5] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2006
ancora grazie a tutti.. vi terrò informati molto volentieri.
per quanto riguarda le visite andrologiche non ne ho mai fatte in passato ma nel breve la farà di sicuro..
dal punto di vista anamnestico non ho molto da dire se non un calcio al testicolo destro all'età di 18 anni durante una partita di calcio che si è risolto con dolore e colorito rosso/nero per una decina di giorni.
sarà un cammino lungo ma combatteremo anche questa battagli grazie ancora
[#6] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
per vincere questa battaglia ci vogliono buoni alleati...
In bocca al lupo.
affettuosi saluti
Prof. Giovanni MARTINO
[#7] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2006
cari professori rieccomi. ho effettuato una visita specialistica da un andrologo di padova e mi ha prescritto alcuni esami. nel frattempo il mio urologo mi aveva fatto fare degli esami del sangue dove risultano alcuni valori a mio titolo strani.
prolattina 28.4 ng/ml
progesterone 0.68 ng/ml
valori ben oltre quelli specificati nelle analisi e trall'altro nella mia ignoranza questi due non sono ormoni femminili?
il che ha un significato? grazie