Utente 453XXX

Salve, ho 19 anni e vi scrivo per un problema che non mi fa vivere bene da quasi un mese. Mi sento sempre debole e stanca, nonostante riesca comunque a svolgere normali attività quotidiane.

Quello che più mi preoccupa però è il mal di testa.

Questo aumenta verso il pomeriggio e la sera, e si presenta con alcune fitte in tutta la testa (ammetto però che non sono molto dolorose, diciamo di moderata intensità) e spesso verso la sera sento una lieve pressione sulle tempie e ai lati della testa.

Ho letto che possono essere i sintomi di numerose malattie al livello del cervello, e pur sapendo che è stupido farsi venire l'ansia, ieri mi è venuta quasi una crisi. Aggiungo che mi ha visitata il medico curante e pensa si tratti di una semplice cefalea.

Ma è possibile che sia una cefalea comune se il dolore è abbastanza forte e soprattutto non passa? Prossimamente farò una visita neurologica, ma al momento ho molta paura.

Avrei bisogno di rassicurazioni o almeno di delucidazioni. Grazie.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

con le caratteristiche che Lei descrive il mal di testa sembrerebbe di tipo tensivo, ovviamente con i famosi limiti del consulto a distanza. Probabilmente il Suo medico curante quando ha parlato di "semplice cefalea" voleva riferirsi a questa forma clinica.
Se la sintomatologia dovesse persistere è consigliata una vista neurologica, tranquillamente però e senza preoccupazioni.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 453XXX

Iscritto dal 2017
Sì mi riferivo a questo tipo di cefalea. Quindi fitte dolorose e pressione possono corrispondere a questo tipo di cefalea? Associate alla stanchezza?
La visita neurologica la farò a breve.
[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Sì, la sintomatologia è compatibile con una cefalea tensiva ma il neurologo sarà certamente più preciso.

Buona domenica
[#4] dopo  
Utente 453XXX

Iscritto dal 2017
Ok, le farò sapere.
[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Va bene, leggerò volentieri.

Cordialmente
[#6] dopo  
Utente 453XXX

Iscritto dal 2017
Oggi sono andata dal neurologo. Dopo avermi visitata, mi ha detto anche lui che probabilmente si tratta di cefalea tensiva unita a stato d'ansia. Mi ha prescritto dei medicinali per far passare il mal di testa. Però ho letto su internet che è difficile che il mal di testa passi del tutto, si alleviano soltanto i sintomi. Speriamo che funzionino, ma dunque non si può curare del tutto la cefalea?
[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ci sono farmaci che sono curativi, che possono risolvere il problema, vanno assunti tutti i giorni e non fanno parte degli antidolorifici.
Quale terapia è stata prescritta?

Cordialità
[#8] dopo  
Utente 453XXX

Iscritto dal 2017
Una compressa di triptamin ogni sera, e una bustina di migrasoll solo nel caso di forte mal di testa.
[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

i prodotti prescritti sono degli integratori, inizi la terapia, a volte possono essere efficaci e dare benefici, se questo non dovesse accadere esistono farmaci veri e propri indicati per la cura della cefalea tensiva.
Mi faccia sapere che effetti avrà, consideri pure che occorre qualche settimana per vedere gli eventuali primi benefici.

Cordiali saluti
[#10] dopo  
Utente 453XXX

Iscritto dal 2017
Va bene dottore, grazie per la disponibilità. Le farò sapere appena posso.
[#11] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla, buona serata
[#12] dopo  
Utente 453XXX

Iscritto dal 2017
Salve dottore.
Io sto seguendo la terapia indicata dal neurologo, anche se per adesso non ci sono grandi miglioramenti. Tuttavia, ultimamente sto notando che il mal di testa è leggermente cambiato. Più che altro, sento un senso di pesantezza alla testa, e ogni tanto ho delle fitte abbastanza dolorose ma molto brevi, ad entrambi i lati della testa ma non contemporaneamente. Che cosa può essere? Rimane comunque la sintomatologia della cefalea?
[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

Lei sta assumendo degli integratori per cui eventuali miglioramenti sono molto graduali.

Sì, si può sempre assimilare ad una cefalea tensiva.

Cordialmente
[#14] dopo  
Utente 453XXX

Iscritto dal 2017
Va bene, allora spero di avere risultati in futuro. Grazie.
[#15] dopo  
Utente 453XXX

Iscritto dal 2017
Mi scusi dottore se continuo a scriverle, ma purtroppo la mia sintomatologia non migliora e anzi peggiora (non sono una persona ansiosa, lo sono solo in questo periodo a causa di questo malessere, ci tengo a specificarlo).
Oltre a queste fitte dolorose alla testa a intervalli durante la giornata (ormai ho capito che sono localizzate soprattuto a sinistra ma capitano un po' ovunque) noto sempre una maggior stanchezza ai muscoli. Ripeto che riesco a svolgere normali attività, ma mi stanco abbastanza facilmente, e ho notato che provo dolore più facilmente rispetto al solito. Non riesco a capire come una cefalea tensiva possa provocarmi tutto ciò...Credo che per tranquillizzarmi dovrò fare un'altra visita neurologica, ma non potendola fare prima della settimana prossima a causa di miei impegni, volevo un suo parere. Che cosa può essere? C'è motivo di preoccuparmi?
Grazie in anticipo.
[#16] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

con i famosi limiti del consulto a distanza, non vedo motivi di particolare preoccupazione, condivido però l'idea di sentire un secondo parere neurologico, potrebbe anche servire per tranquillizzarLa.

Cordialità
[#17] dopo  
Utente 453XXX

Iscritto dal 2017
Ma come è possibile che il dolore stia peggiorando e io non abbia nessun miglioramento? Noto anche dolore al tatto sulla testa dopo le fitte...
[#18] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

i prodotti che sta assumendo sono integratori che spesso hanno una scarsa o nulla efficacia.

Alla replica #9 scrivevo "i prodotti prescritti sono degli integratori, inizi la terapia, a volte possono essere efficaci e dare benefici, se questo non dovesse accadere esistono farmaci veri e propri indicati per la cura della cefalea tensiva", rifletta su "a volte" possono essere efficaci.

Il dolore al tatto è superficiale, muscolare e viene definito "pericranial tenderness", cioè punti di dolorabilità pericranica.

Cordiali saluti
[#19] dopo  
Utente 453XXX

Iscritto dal 2017
Allora spero che alla prossima visita il neurologo mi prescrivi un farmaco efficace. Grazie e buona serata.
[#20] dopo  
Utente 453XXX

Iscritto dal 2017
Dottore mi scusi ancora.
Tra qualche giorno ho la visita neurologica.
Volevo però dirle che oltre al mal di testa intermittente localizzato soprattutto a sinistra, ultimamente sento che anche braccia e gambe dalla parte sinistra del corpo sono più sensibili. Mi spiego meglio. Non sento dolori o bruciori, semplicemente noto una leggera differenza tra lato sinistro e destro quando tocco qualcosa. Non riesco proprio a capire di cosa possa trattarsi sinceramente. Vorrei un suo parere, fermo restando che dovrò dirlo anche al neurologo.
[#21] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non è possibile stabilirlo a distanza, ha la visita neurologica tra qualche giorno, veda cosa Le dice il collega dopo averLa visitata.

Cordialmente
[#22] dopo  
Utente 453XXX

Iscritto dal 2017
Salve dottore.
Mi è stata consigliata una risonanza magnetica, anche perchè io al momento ho molta ansia in quanto il mal di testa è stato praticamente costante per quasi 2 mesi e voglio capire cosa ho.
Anche se so che non dovrei, mi risulta inevitabile pensare a gravi patologie come neoplasie o aneurismi, anche perchè da qualche settimana sto avvertendo parestesie nella parte sinistra del corpo (dalla testa ai piedi). Aspettando la RM, volevo chiederle in caso di neoplasia in che modo si manifestano i disturbi alla sensibilità, ed anche le cefalee. Al momento è un pensiero costante e internet non fa che peggiorare la mia ansia. Attendo una risposta.
[#23] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non c'è una modalità di presentazione particolare delle parestesie, in ogni caso se dessi una risposta ad un soggetto ansioso questi dopo qualche giorno le avvertirebbe.
Ha fatto la visita neurologica? Cosa Le ha detto il collega?

Cordialità
[#24] dopo  
Utente 453XXX

Iscritto dal 2017
Dottore io davvero non sono mai stata un soggetto ansioso, lo sono solo da 2 mesi per questo fatto, perchè mi fa sentire molto strana.
La visita l'ho fatta ma il dottore non trovando nulla che potesse destare sospetti ha consigliato la RM per fugare ogni dubbio.
Dottore, ma questi disturbi di sensibilità consistono soltanto in parestesie? O ci sono altri tipi? Perchè io non riesco bene a classificare il mio, o a dire se sia effettivamente un disturbo.
[#25] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il disturbo di sensibilità che riferisce è una sensazione soggettiva che il neurologo non ha riscontrato, pertanto ritengo che possa anche non essere patologico.
Faccia tranquillamente la RM.

Cordiali saluti
[#26] dopo  
Utente 453XXX

Iscritto dal 2017
Va bene, la ringrazio.
[#27] dopo  
Utente 453XXX

Iscritto dal 2017
Dottore mi scusi ancora.
In questi giorni stavo pensando che potrei avere queste fitte da molto più tempo. Ho pensato al periodo passato alle scuole superiori (iniziate 5 anni fa e finite da poco) e ogni tanto la mattina o il pomeriggio avevo delle forti fitte alla testa, ma siccome erano rare, ho sempre lasciato stare. Possibile che si tratti delle stesse fitte, che però da 2 mesi a questa parte sono quotidiane? Come mai ora sarebbero diventate più frequenti? Inoltre noto sempre più un fastidio all'orecchio sinistro, anche se questo non è costante come il mal di testa. Può significare qualcosa?
Grazie della disponibilità.
[#28] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Cosa intende per "fastidio all'orecchio"?
[#29] dopo  
Utente 453XXX

Iscritto dal 2017
Prurito e ogni tanto qualche fitta dolorosa, ma sono rare.
Per quanto riguarda il mal di testa?
[#30] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

le fitte che avverte all'orecchio potrebbero essere anche originate a livello dell'articolazione temporo-mandibolare (ATM) e giustificare, almeno in parte, le fitte alla testa.
Questa è un'altra ipotesi da verificare, in tal senso dovrebbe rivolgersi ad uno gnatologo.

Cordialmente
[#31] dopo  
Utente 453XXX

Iscritto dal 2017
In tal caso la RM evidenzierebbe qualcosa?
[#32] dopo  
Utente 453XXX

Iscritto dal 2017
Se può esserle utile, sono stata un paio d'anni dal dentista per problemi ai denti ed ho sempre avuto qualche problema di chiusura della mandibola.
[#33] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Quindi è probabile questa condizione.
La RM di solito evidenzia il problema soprattutto se ricercato specificatamente ma la valutazione clinica, cioè con la visita, è altrettanto importante.

Cordialità
[#34] dopo  
Utente 453XXX

Iscritto dal 2017
Inoltre non so se anche questo sia utile, ma ho avuto dagli 11 ai 15 anni problemi di scoliosi, per i quali ho dovuto anche fare ginnastica correttiva per più di un anno.
La mia postura è notevolmente migliorata, ma non so se possa portarmi problemi ancora adesso, dato che comunque la scoliosi non può dirsi guarita.
[#35] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Anche cause posturali possono essere prese in considerazione, come vede, a distanza le ipotesi che si possono avanzare sono diverse, solo la valutazione clinica diretta può essere la più attendibile.

Cordiali saluti
[#36] dopo  
Utente 453XXX

Iscritto dal 2017
Va bene, la ringrazio ancora.
[#37] dopo  
Utente 453XXX

Iscritto dal 2017
Salve dottore. Oggi ho fatto la RM encefalo e AngioRM. Innanzitutto vorrei chiederle se è normale sentirsi storditi dopo di essa.
Poi, mi hanno detto che avrò i risultati tra 7 giorni. Se avessi avuto qualcosa di grave o comunque qualcosa da essere gestita urgentemente, avrebbero aspettato così a lungo o mi avrebbero subito avvisata? So che può sembrare una domanda stupida ma sono molto in ansia...
Infine, una domanda tecnica: cosa dovrebbe eserci scritto indicativamente nel referto se non dovessi avere niente? Cosa invece nel caso di "problemi" (neoplasie, aneurismi ecc.)
La ringrazio molto se risponde a tutte le mie domande.
[#38] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

riguardo la prima domanda, quella sui 7 giorni di consegna del referto, dipende dal singolo ambulatorio neurologico, molti comunque avvertono telefonicamente prima in caso di riscontri patologici importanti.
Sulla dicitura del referto, invece, viene descritto ciò che è stato riscontrato, sia in termini fisiologici, cioè normali, che patologici, non esiste comunque una refertazione uguale per tutti.
Alcuni neuroradiologi, in caso di esame nellla norma, dopo la descrizione che Le dicevo sopra, aggiungono le conclusioni, per es. "esame nella norma", ma non tutti.
Non si faccia prendere dall'ansia.

Cordialmente
[#39] dopo  
Utente 453XXX

Iscritto dal 2017
Allora attenderò i risultati.
Grazie mille.
[#40] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Bene, se vuole può farci sapere l'esito.
Stia serena.

Cordialità
[#41] dopo  
Utente 453XXX

Iscritto dal 2017
Salve dottore. Qui il referto:
RM Encefalo:
Sistema ventricolocisternale in asse, normale per morfovolumetria. Non significative aree di alterazione tdm a carico del tessuto cerebrale.
Angio RM:
Non evidenti significative alterazioni del segnale del flusso, di calibro e/o decorso a carico dei principali vasi del circolo endocranico servito dai sistemi carotideo e vertebrobasilare, in particolare, regolari poligono di Willis e sifoni carotidei.
[#42] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

come avrà certamente capito, l'esame è perfettamente normale, aggiungo che me lo aspettavo, infatti Le scrivevo di stare tranquilla e di non farsi prendere dall'ansia.
Adesso si può rasserenare.

Cordiali saluti
[#43] dopo  
Utente 453XXX

Iscritto dal 2017
Fortunatamente sì. Tuttavia il mal di testa persiste, pertanto farò altre visite specialistiche per cercare di capire quale sia il problema.
La ringrazio per il sostegno di questi mesi. Se avrò novità, la aggiornerò.