Utente 338XXX
Salve Dottore.
La mia compagna si trova alla settima settimana di gravidanza.
Ha un'infezione al dente del giudizio che non le permette persino di masticare per cui il dentista le ha prescritto l'antibiotico Augmentin.
Ho letto che l'assunzione di antibiotici nei primi tre mesi di gravidanza può provocare effetti teratogeni.
Proveniamo da un aborto spontaneo e il pensiero che l'assunzione di tale antibiotico possa procurare gravi difetti congeniti al feto ci terrorizza.
Leggendo su alcuni forum abbiamo appreso che diverse gestanti hanno assunto lo stesso antibiotico senza che il feto ne abbia risentito.
Il lansoprazolo 15mg invece lo assume per la sola durata della terapia antibiotica in quanto ha anche problemi allo stomaco.
Vorremmo un parere anche da Lei ,Dottore, per sapere se realmente sia così preoccupante la situazione in cui versiamo.
La ringraziamo anticipatamente.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
l'associazione Amoxicillina+Acido Clavulanico che sua moglie sta assumendo non è ne teratogena nè embriotossica.
Per cui il problema non si pone.
Piuttosto è del tutto inutile che sua moglie assuma 15 mg di Lansoprazolo dato che l'Augmentin non ha alcun effetto gastrolesivo e dunque chi le ha prescritto il farmaco probabilmente non aveva contezza di cosa stesse prescrivendo.
Ne parli con il prescrittore ovviamente: per quanto mi riguarda sua mogli può tranquillamente sospendere l'IPP e continuare in tutta tranquillità con l'Augmentin eventualmente associato a un buon probiotico.
Saluti cari,
Dott. Caldarola.