Utente 453XXX
Una decina di anni fa per dei controlli su problemi di gastroenterologia tra le altre analisi mi fu fatta l'omocisteina che risultò molto alta, circa 80, a suo tempo i problemi importanti erano diverticollite, tutt'ora presenti con molto minore frequenza e questi valori non furono oggetto di molta attenzione.
Successivamente, circa 6 anni fa, un cardiologo nel vedere questi valori mi consigliò di assumere 15 mg di acido folico generico al giorno, cosa che inizialmente non ho seguito in modo scrupoloso, ma da 3 anni assumo 15 mg in modo costante.
Per l'anamnesi familiare mia madre ha avuto un infarto a circa 50 anni ed è deceduta per cancro al cervello, forse metastasi dall'utero, a 60, mio padre, forte fumatore, è deceduto a 78 anni per cancro al colon, forse metastasi dai polmoni.
Da parte dei fratelli di mia madre molte cardiopatie, mentre da parte dei fratelli di mio padre nulla di rilevante, due hanno superato i 100 anni, l'unica nonna è morta a tarda età, 82 anni, é la paterna, gli altri sotto i 60 per cardipatie o tumori.

Circa 9 mesi fa un'altro cardiologo mi ha consigliato di fare l'esame della mutazione MTHFR e sono risultato per A1298C e C677T positivo in eterozigosi per entrambi. Successivamente mi veniva richiesto di fare insieme all'omocisteina l'esame del valore di folati e il risutato era:

- omocisteina 9,84 mcmoli/l (5,90-16,00)
- folati 120 ng/ml (2,0-20,0)

a questi valori il cardiologo mi ha chiesto di interrompere per un periodo di qualche mese l'assunzione di folina, ripetendo le analisi fino ad arrivare a riprendere solo 5 mg di folina al giorno da circa due mesi, le ultime analisi sono:

omocisteina 16,95 mcmoli/l (8,20 - 13,90)
folina 40,5 ng/ml (>5,38)

si noti che le differenze dei valori normali sono dovute all'utilizzo di laboratori differenti.

Attualmente ho iniziato ad assumere una capsula e mezzo di folina generica da 5 mg, quindi circa 7,5 mg al giorno

ripeterò le analisi tra due mesi

i quesiti che pongo sono:
1 - ho letto che assumere troppa folina può essere dannoso e addirittura provocare il cancro a prostata, colon e retto (ad ottobre scorso scorso sono stato operato di TURP+ho problemi di diverticolosi+anamnesi fam.)
2 - ho inoltre letto che la folina generica può non essere la migliore scelta e forse è opportuno usare un altro farmaco contenente folina in una forma più assimilabile che potrebbe dare meno controindicazioni ed essere più efficace
3 - la presenza di folina elevata nel sangue che tipo di problemi può dare?
es. accumulo negli organi e altre controindicazioni (dom 1)
4 - il valore di omocisteina è necessario riportarlo entro i limiti di normalità o è sufficiente mantenerlo nei pressi del massimo, e in questo caso quale sarebbe il valore consigliato?
5 - esiste una terapia a lungo termine alternativa che riporti i valori di omocisteina nei range normale senza la controindicazione di avere elevati valori di folina?
resto in attesa e ingrazio vivamente il Dr. che mi risponderà,
cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
guardi non ho ben compreso, e me ne scuso, le sue preoccupazioni.
Lei ha una mutazione riferita come eterozigote per la MTHFR e riferisce in anamnesi familiare la presenza di eventi cardiovascolari di tipo ischemico e alti valori di Omocistinemia.
Rientrati per altro con l'assunzione di acifo folico (non la chiami Folina perchè così si riferisce ad un nome commerciale di un prodotto che contiene acido FOLICO alla dose di 5 mg/cpr.)
Non capisco sinceramente le sue paure immotivate nell'assunzione di una vitamina, peraltro idrosolubile, il che sta a significare che ciò che non serve all'organismo viene rapidamente eliminato con le urine senza rischi di accumulo.
La sua dose di acido folico, o di acido folinico già attivo senza il passaggio epatico, deve essere quella che le mantiene l'omocisteina a livelli bassi: più bassi riesce ad ottenerli meglio è per lei.
Le solite fesserie di Internet le lasci perdere.
In quanto alla presenza di una familiarità per infato del miocardio, è bene che lei parli con il medico curante per escludere tutti i fattori di rischio conosciuti, primo fra tutti il fumo di tabacco se fuma, l'ipertensione arteriosa e l'ipercolesterolemia, e valutare se presenta le stigmate ematochimiche della trombofilia, che sicuramente il suo medico curante che percepisce 7000 EUR/mese se non conosce si potrà studiare, per poter eventualmente rivolgersi poi ad un cardiologo o ad un centro per i disturbi della coagulazione.
Per l'omocistinemia non esistono metodiche alternative, fiori di Bach o di Vivaldi, che possano vicariare la somministrazione dell'acido folico o folinico il quale si inserisce direttamente nella via biochimica non funzionante e la rende efficiente.
Spero di esserle stato d'aiuto.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 453XXX

Iscritto dal 2017
Gent.le Dr. Caldarola
la ringrazio per la risposta, in pratica dovrò approfondire solo gli eventuali problemi di trombofilia, in quanto non fumo e non ho il colesterolo alto (in cui il valore totale è variabile nel tempo tra circa 150 e max 170 a seconda dell'alimentazione più o meno ricca di formaggi, ma ho deciso di toglire del tutto latte e derivati per cui tali valori saranno ancora più bassi) e tenere a bada la pressione (valori precedenti la cura 90-140), anche se in questo periodo sia per il caldo eccessivo sia perché sono dimagrito di 7 kg tali valori sono scesi anche troppo (60-100), e ho dovuto interrompere temporaneamente le medicine per la pressione, in assenza delle quali a tutt'oggi i valori permangono comunque accettabili (70-110).
Proseguirò comunque col dimagrimento che in una situazione come la mia credo sia obbligatorio essendo ancora sovrappeso di oltre una decina di kg (93 kg su 180 cm di altezza) e circonferenza addominale 114 cm.
Da quello che mi riferisce è indifferente quindi la forma con cui assumo l'acido folico, per cui continuerò a prendere la formula generica nella dose che minimizza il valore di omocisteina entro i valori normali, disinteressandomi totalmente del valore dell'acido folico raggiunto nel sangue.
grazie e cordiali saluti