Utente 294XXX

Buonasera. Scrivo per chiedere un Vostro parere sulle cause della mia infertilità.
Cerchiamo un figlio da quasi 2 anni (il mio compagno ha la mia età)

Il suo spermiogramma, per il quale ho già chiesto consulto su questo forum, è stato poi visionato qualche mese fa da un Andrologo che non ravvisava problemi ma dava comunque una creta per migliorare la mobilità. Abbiamo rifatto lo spermiogramma ieri ed è tutto ok (parametri anche migliorati rispetto al primo)

Nel frattempo mi sono sottoposta a visita ginecologica.

Eco ok (cisti funzionale di 2cm a dx), pap test ok. Il mio ciclo è di 27 gg. precisi e uso stick per monitorare l'ovulazione che la rilevano tutti i mesi in 13esima giornata.

Ho poi effettuato i dosaggi ormonali in terza giornata di cui vi riporto il risultato:
Fsh 16.08 m UI/ml
Lh 4.64 mUI/ml
17 beta estradiolo 56.73 pg/ml
Prolattina 21.77 ng/ml
Negativo l'esame ematochimico per clamydia.

Il mio ginecologo dice che il mio valore fsh è un po' alto ma in linea con l'età e non preoccupante a fronte degli altri parametri. Insiste perché io faccia una isterosalpingrafia anche se non ho mai subito interventi che possano avere danneggiato le tube.

L'andrologo ieri invece mi ha praticamente dato per "spacciata" dicendo che con un fsh così sarebbe tutto inutile, comprese eventuali tecniche di pma.

Gradirei sapere cosa ne pensate Voi.

Non vi nascondo che sono uscita ieri dal medico francamente depressa.
Grazie mille a chi vorrà rispondermi

[#1] dopo  
Dr. Raffaele Carputo
24% attività
12% attualità
12% socialità
CAVA DE' TIRRENI (SA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2017
Prenota una visita specialistica
Buonasera,
la fertilità come lei sa diminuisce con il passare degli anni. Tale diminuzione comincia ad essere più evidente a partire dei 35 anni per divenire marcata con i 40. Tale diminuzione è conseguenza della diminuzione tanto della quantità di follicoli (riserva follicolare) che della qualità ovocitaria. Lei ha realizzato uno studio ormonale (FSH ed E2) che ha dato come risultato 16 mUI/ml. Tale valore ci sta indicando un'insufficienza dell'ovaio che è abbastanza frequente alla sua età. Sarebbe utile conoscere il conteggio dei follicoli antrali in terza giornata di mestruazione (migliore marcatore di risposta alla stimolazione ovarica insieme all'ormone anti mullerano). Allo stesso tempo lo studio delle tube con isterosalpingografia è fondamentale per studiare il suo caso. Le consiglio di realizzare uno studio di base di fertilità (mancano l'ecografia in terza giornata con conta dei follicoli, isterosalpingografia, spermiogramma "mi dice che è normale o quasi", markers, TSH). Una volta ottenuti i risultati si potrà stabilire l'algoritmo terapeutico appropriato in funzione principalmente della riserva follicolare. Probabilmente la tecnica più appropriata per lei è una fecondazione in vitro. Ma ripeto i dati sono insufficienti per esprimersi.
Un saluto
[#2] dopo  
Utente 294XXX

Iscritto dal 2013
Egregio Dott. Caputo la ringrazio per la risposta.
Quello che mi chiedo è anche questo:
-possibile che cisti funzionale sull'ovaio dx possa in qualche modo "impigrirlo" e far alzare l'fsh?c'è possibilità che si abbassi e torni nei parametri?
- come mai se c'è questa sofferenza e difficoltà ad ovulare lo stick mi da positivo tutti i mesi e noto muco fertile?
- nel mio caso, posta per normale l'isterosalpingrafia a cui mi sottoporro' a breve a questo punto, e posto come "ben messo" il liquido seminale sarebbe inutile tentare una iui? Le chiedo questo perché ritengo la fecondazione in vitro impegnativa oltremodo sia fisicamente che psicologicamente oltre a sollevare questioni etiche dalle quali non posso prescindere.
- ha senso continuare con tentativi mirati a casa o ci metto una pietra sopra?

Mi scusi per tutte queste domande ma sono molto confusa.

Grazie mille
[#3] dopo  
Dr. Raffaele Carputo
24% attività
12% attualità
12% socialità
CAVA DE' TIRRENI (SA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2017
Buonasera,
le risponderò per punti. La presenza di una cisti funzionale nell'ovaio è anch'esso con tutta probabilità indice di un'insufficienza dell'ovaio. Nelle donne con ovaie insufficienti è molto spesso si trovano follicoli "più cresciuti" rispetto al momento del ciclo e mal interpretati come cisti funzionali. Questa situazione è ancora più frequente in presenza di una ridotta riserva follicolare (basso numero di follicoli all'ecografia dell'inizio del ciclo) associata ad alterazioni ormonali (FSH >10) come nel suo caso. I suoi valori di FSH elevati non sono conseguenza della "cisti" ma probabilmente la causa. Non è possibile aumentare la riserva follicolare e pertanto che i livelli di FSH migliorino è escluso (è la fisiologia della donna). La riserva follicolare diminuisce con il tempo e l'aumento dell'FSH ne è semplicemente un riflesso.
Il test di ovulazione è positivo perché lei chiaramente ovula tutti i mesi e "sfrutta" questo ovulazione tutti i mesi a "casa". La probabilità di gravidanza con rapporti mirati in casa è stimata essere nella sua situazione tra l'1-5% mensile. Se non riesce a raggiungere la gravidanza è probabilmente dovuto alla qualità degli ovociti (a 40 anni tra il 50-80% dei suoi ovuli sono non normali o "aberranti"). Nel suo caso il trattamento di scelta è aumentare il più possibile il numero di ovociti a disposizione con una FIV. L'obiettivo della FIV è ottenere tra i 7-14 ovociti normalmente) per poter avere più ovociti normali a disposizione da utilizzare. Pertanto la IUI non è la miglior tecnica per lei (normalmente si ottengono circa 3 ovociti). È una questione di probabilità ma la FIV è senza dubbio indicata. Da valutare poi chiaramente è come eventualmente risponderebbe alla stimolazione.
Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 294XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio molto. Finalmente ho un quadro più chiaro della situazione.
Ritiene che l'assonzione di integratori tipo "inofolic" o simili possono essere in qualche modo di minimo aiuto ad aiutare un concepimento naturale? (anche solo in minima percentuale?). Mi rechero' a breve da un ginecologo esperto in infertilità della mia zona ma nel frattempo vorrei continuare a tentare con il metodo classico in attesa di decidere che fare.
Grazie mille e buona serata.
[#5] dopo  
Utente 294XXX

Iscritto dal 2013
Dimenticavo un'ultima domanda. Questi valori indicano che la menopausa è vicina?
La nonna materna è andata in menopausa a 58 anni e la mamma a 54.
Grazie mille ancora.
[#6] dopo  
Dr. Raffaele Carputo
24% attività
12% attualità
12% socialità
CAVA DE' TIRRENI (SA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2017
Buongiorno,
questi valori indicano una ridotta capacità di procreazione naturale (insufficienza dell'ovaio). Il resto della sua funzionalità "femminile" è tuttavia perfettamente conservato. È difficile poter prevedere l'età della menopausa. Può rimanere in uno stato di normalità per molti anni ed avere la menopausa a 50 anni.
Stia tranquilla in tal senso.
Saluti