Utente 453XXX
Buongiorno,
vi scrivo perché da lunedì mattina ho una febbre che va dai 37.5°, principalmente al mattino, ai 38.2°, il tardo pomeriggio e la sera, che ritorna sempre quando finisce l'effetto della tachipirina.
Insieme alla febbre ho i linfonodi del collo e della nuca, specie a sx, ingrossati e dolenti, tanto che mi fa male girare la testa verso sinistra.
Non accuso particolare stanchezza e ho solo qualche sporadico e fiacco colpo di tosse, mentre il primo giorno di febbre ho avuto anche mal di testa, male alle orecchie e mal di schiena.
Il medico di base ha detto di continuare fino oggi con la tachipirina in caso di febbre e da domani iniziare a prendere l'antibiotico, anche se però non ha riscontrato né la gola arrossata, né nulla di strano nelle orecchie.
È possibile imputare quattro giorni di febbre ad un colpo d'aria ed i linfonodi così ingrossati? Qualcosa di virale potrebbe avere questi sintomi, per es. la mononucleosi?

Vi ringrazio per l'attenzione.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
a mio avviso è bene che lei faccia un emocromo e TUTTO il pattern immunosierologico per verificare se possa avere in atto una Mononucleosi o una Citomegalovirosi ( e dica al medico che il Monospot non rientra nella diagnosi di malattia da EBV).
Quei linfonodi dolenti in assenza di faringotonsillite mi inducono a pensare quanto le ho scritto.
Iniziare una terapia antibiotica empirica senza avere un minimo di orientamento diagnostico ormai non lo fanno più neanche i veterinari qualificati.
Ne parli con il suo medico e se vorrà faccia sapere.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 453XXX

Iscritto dal 2017
La ringrazio per la tempestiva risposta, domani mi recherò a fare l'emocromo completo e tutto il necessario per capire di cosa si tratta.

Oggi comunque ho riscontrato una fitta persistente al rene sx, che scompare solo da distesa e quando respiro profondamente sento un fastidio nella zona della milza. La cosa è sempre legata ad un'ipotetica mononucleosi?
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
potrebbe signorina cara.
Ma senza visitarla è d'obbligo il condizionale e non è il tempo che vorrebbe lei.
Mi faccia sapere se vorrà.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 453XXX

Iscritto dal 2017
Buonasera,
finalmente i risultati sono arrivati e risulto positiva alla monucleosi, valori AST e ALT alti e alcuni linfociti attivati. Il medico di base mi ha prescritto Medrol, ma leggendo un po' sul forum mi sembra di capire che non sia proprio appropriato come cura, è vero?

La ringrazio comunque per esser stato così gentile a rispondermi velocemente.
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
la mononucleosi guarisce da sola!
Il ricorso al cortisone è giustificato solo ed esclusivamente nelle complicanze: diversamente è del tutto inutile e facilita la cronicizzazione della malattia.
Questo insegnano le società di Infettivologia.
Evidentemente il suo curante la pensa diversamente.
Buona guarigione,
Dott. Caldarola.