Utente 442XXX
Buongiorno e da due mesi che ho la lingua che brucia.sn andata dal mio medico mi ha prescritto degli esami... Sono tutti apposto.ho fatto esami allergie sn tutti a posto.allora mi ha prescritto una visita dall otorino...mi ha fatto una fibroscopia ha scoperto che ho un esofagite da reflusso.xo gola tonsille laringe..ecc...e tutto ok.l esofagite nn sapevo di averla xche nn avevo sintomi.mi ha controllato la lingua...nn ho tagli...afte....Nn e bianca nn ho gobbe...Nn e gonfia...Nn e a carta geografica....e una lingua di aspetto e forma normale.pero mi ha scritto il tampone faringeo per streptococco emolitico e miceti.tutto negativo.l otorino mi ha dato pantoprazolo e antistaminico x 2 mesi.io sn un tipo ansioso ...molto ansioso...e stressato...e un periodo che ho sempre paura di avere qualche brutto male.quando mangio...quando mastico cicles o dormo il fastidio nn lo sento.sparisce.il mio medico dice che e sindrome della Bocca che brucia.e di prendere lexotan 2 volte al di.si può guarire da questa malattia?e grave?grazie x la risposta.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Buonasera,
La sindrome della bocca urente (stomatopirosi o Bourning Mouth Syndrome) è una malattia di frequente riscontro nella pratica clinica. La caratteristica principale dei pazienti che ne sono affetti è che soffrono di un bruciore orale diffuso in assenza di lesioni mucose.
Cause
In alcuni pazienti è possibile identificare una o più cause ma nella maggior parte dei casi la malattia rimane idiopatica.
Tra i possibili fattori locali sono da considerare l'allergia da contatto ai componenti acrilici di protesi mobili o ai materiali utilizzati in odontoiatria conservatrice. Queste forme di allergia sono comunque molto rare. Altre cause possono essere le irritazioni meccaniche provocate da protesi incongrue e abitudini masticatorie parafunzionali come serramento e digrignamento e ipermobilità della lingua. La Candida albicans e alcune specie batteriche fusospirillari possono dare bruciore orale particolarmente nei portatori di protesi rimovibili. La stomatopirosi si associa anche a gastrite cronica e a un'esofagite da reflusso. Il bruciore linguale si può accompagnare talvolta alla lingua a carta geografica.
Vista la maggiore frequenza della stomatopirosi nel sesso femminile in postmenopausa, è stato a lungo studiato il legame con il deficit estrogenico. Un'associazione tra variazioni dell'assetto estrogenico, alterata funzione delle ghiandole salivari (con modificazioni qualitative e quantitative della saliva) e presenza di bruciore orale è stata osservata in alcune pazienti, ma questi dati non sono stati sempre confermati.

Tra cause sistemiche è opportuno menzionare la Xerostomia (iatrogena o da sindrome di Sjögren), Deficit vitaminici (B1 B2, B6, B12, acido folico e niacina), Anemia sideropenica, Diabete, Ipotiroidismo, Gastrite cronica e reflusso gastroesofageo,cause iatrogene ( ad es.chemioterapici).
Data la stragrande maggioranza di concause,vale la pena di indagare in più direzioni affidandosi ad un Collega specialista in Patologia Orale o ad un Dermatologo che coltivi questa patologia.
Distinti Saluti
[#2] dopo  
Utente 442XXX

Iscritto dal 2017
Grazie mille