Utente 427XXX
Buonasera dottori, vi scrivo per conto di mia mamma (ho già posto questa domanda in un'altra categoria ma non ho avuto risposta) cercherò di essere il più sintetico possibile:
12 giorni fa si è procurata una lesione piuttosto profonda (pressapoco fino a dove c'è il tendine) in un dito con un coltello (pulito) mentre puliva la cantina allagata dall'acqua del canale che passa sotto casa mia, e per tanto contaminata da terriccio. È uscito molto sangue e ha disinfettato immediatamente e a lungo la ferita con acqua ossigenata. Poi è corsa al PS dove ha ricevuto l'antitetanica (NON le immunoglobine) perchè non ricordava quanto tempo fosse passato dall'ultima somministrazione. Ha assunto anche due antibiotici tra cui la penicillina e un altro che non ricordo il nome, prescrittole in PS. Volevo chiedervi ringraziandovi anticipatamente: se ci si può mettere il cuore in pace se dopo 12 gg non riporta alcun sintomo e se la ferita si è riarginata completamente. Leggendo altri vostri consulti ho visto che il tetano "grave" ha come periodo di incubazione dai 2 ai 7 gg e che se la ferita si è cicatrizzata non vi è più alcun timore. Sono corrette queste informazioni? È ancora a rischio o può fare qualcosa per stare sicura?
Cari saluti e grazie di nuovo per la vostra gentilezza.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
se la ferita si è completamente cicatrizzata ritengo che sua madre possa stare tranquilla.
In ogni caso, ma vale come informazione generale, per ferite così profonde come quella che ha descritto lei, si fa il richiamo dell'antitetanica e contemporaneamente in sede diversa si somministrano le Immunoglobuline.
Ribadisco ancora che, con il limiti del consulto telematico, sua madre può stare tranquila ora che la ferita si è cicatrizzata.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 427XXX

Iscritto dal 2016
Grazie infinite dottore per la tempestività della risposta. Le chiedo solo un chiarimento, cicatrizzata intende che si è chiusa ma è ancora visibile il segno o che proprio non si vede più nulla? Sono preoccupato. Una ferita così a rischio può ancora dare i sintomi a così tanti giorni di distanza? Grazie di nuovo.
[#3] dopo  
Utente 427XXX

Iscritto dal 2016
Le immunoglobine non le ha volute fare perché non sapeva che cosa fossero e non si è fidata. Ad ogni modo il vaccino le hanno detto che le avrebbe fatto effetto dopo 15 gg e ne sono passati 12. Al PS le hanno chiuso la ferita con una specie di colla e dopo 7 gg si è chiusa completamente però ovvio io taglio, seppur chiuso, si vede ancora. Non si è gonfiato e non le fa male. Dice che per questa volta possiamo stare tranquilli? Per quale motivo se la ferita si cicatrizza non vi è piu alcun rischio? Grazie infinite dottore!
[#4] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Signore,
forse per l'ansia non si rende conto che mi fa delle domande la cui risposta è da considerare per quello che è: un consulto a distanza.
In tal senso le ribadisco che se la cicatrizzazione procede regolarmente sua madre non rischia nè infezioni nè tetano.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#5] dopo  
Utente 427XXX

Iscritto dal 2016
Ha ragione dottore le chiedo scusa. Si la cicatrizzazione procede regolarmente perchè la ferita è praticamente guarita, se ciò significa che non rischia né infezioni né tetano come ha detto lei allora sto tranquillo. Mi ero spaventato perché su internet ho letto che il tetano può manifestarsi anche se la ferita è chiusa. La ringrazio nuovamente e le chiedo scusa per la domanda che non mi ero accorto fosse sciocca. Le chiedo solo se mi può togliere una curiosità poi non la disturbo più, come mai se la ferita è aperta il rischio c'è mentre se si chiude no? L'ossigeno non c'è comunque? È una mia curiosità.
Grazie di nuovo dottore!
[#6] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Se la ferita si cicatrizza significa che i tessuti tornano al loro normale trofismo.
In questa condizione le spore non germinano sempre che ci siano.
L'ossigeno lo porta il sangue ai tessuti cicatrizzati.
Si tranquillizzi.
Buona serata.
Dott. Caldarola.
[#7] dopo  
Utente 427XXX

Iscritto dal 2016
Grazie infinite dottore! Molto gentile e disponibile. Buon proseguimento.

Cari saluti.