Utente 834XXX
Buonasera Dottore ,
volevo un consulto e un consiglio da Lei in quanto mio padre 76 anni ha effettueto il doppler alla carotide e gli è stato riscontrato il 70% di occlusione.Il medico curante gli ha consigliato un angio Tac per accertarsi di questo risultato che se fosse giusto porterebbe mio padre ad un'operazione.Mio padre è diabetico e volevo sapere se il mezzo a contrasto che usano per la tac è dannoso,e nel caso in cui si dovesse operare in che consiste l'operazione?
Una risposta e un parere per questa situazione che mi spaventa.Grazie infinite
[#1] dopo  
Dr. Massimo Pisacreta
32% attività
0% attualità
12% socialità
ARONA (NO)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2005
Gentile signora,
Un restringimento della carotide del 70% non è di per sè un' indicazione all'intervento di pulitura della biforcazione carotidea. L'indicazione deve essere posta tenendo conto di diversi elementi. I sintomi innanzitutto, la qualità della placca, le condizioni generali, la qualità dell'équipe chirurgica ecc.
La tac spirale deve essere effettuata quasi esclusivamente se si è già posta l'indicazione chirugica. L'esame non è rischioso anche se esiste una remota possibilità di reazioni al mezzo di contrasto.
L'intervento consiste o nella dilatazione con palloncino e posizionamento nello stesso tempo di un cestello dilatatore o stent che tenta di garantire nel tempo il risultato così ottenuto, o nella pulitura chirugica o endoarteriectomia. In un paziente abbastanza giovane e asintomatico come in questo caso potrebbe essere preferibile l'intervento diretto.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 834XXX

Iscritto dal 2008
é pericoloso l'intervento considerando anche che mio padre è diabetico??
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Massimo Pisacreta
32% attività
0% attualità
12% socialità
ARONA (NO)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2005
I centri chirurgici che eseguono questo intervento devono rimanere entro il 3% di complicanze. Il rischio è modesto. Purtroppo il paziente diabetico ha un rischio sempre maggiore. Non si può dire di più per mail.
Cordialità