Utente 872XXX
Salve a tutti,
Il 31 ottobre del 2008 ho subito l'asportazione del testicolo sinistro affetto da seminoma tipico. Dovrò sottopormi a giorni alla radioterapia coadiuvante. Sapendo di poter incorrere in eventuali danni al testicolo controlaterale ho chiesto al medico urologo di prescrivermi uno spermiogramma, giusto per capire il mio grado di fertilità.
Riporto di seguito il responso degli esami del liquido seminale effetuato in data 27/11/2008:

Volume: 3.0 ml
Ph 8.8
Viscosità: normale
Fluidificazione: avvenuta

Numero di spermatozoi: 28.000.000/ml
Totale spermatozoi eiaculati: 84.000.000

Motilità
dopo 30' Dopo 120'
Rapidamente progressivi % 10 5
Debolmente progressivi% 50 35
In situ % 6 10
Immobili% 34 50

ANALISI MORFOLOGICA

Forme normali % 16
Atipie testa % 75
Atipie collo-Tratto intermedio 3
Atipie coda % 1
spermatozoi amorfi% 5
Leucociti assenti
emazie assenti
zone di agglutinazione assenti
cellule spermatogenetiche assenti
teste spermatiche isolate assenti

Ricerca anticorpi anti-spermatozoo
diretta (mar - test igc) negativo


avendo ricercato parecchio informazioni riguardo la radioterapia ho dedotto che dovendomi sottoporre a radioterapia ai linfonodi lomboaortici il livello di Gy che andrebbero a colpire il testicolo superstite dovrebbe essere molto basso così da permettere un rapido ripristino della produzione di spermatozoi entro 1 anno (statisticamente parlando).

Ora quello che, gentilmente, vi chiedo e di dirmi se il mio liquido seminale può considerarsi di buon livello o di scarso livello o comunque un vostro giudizio al riguardo.. e quali altri esami mi consigliate.
grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la prima cosa da fare e' congelare il liquido seminale prima del ciclo terapeutico di radioterapia.Cordialita'.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

penso che il consiglio del dottor Izzo sia assolutamente corretto.
Valuti la possibilità di "depositare" il suo liquido seminale presso un centro "banca del seme" o pubblico o presso un centro di Riproduzione Medicamente Assistita sicuramente presenti nella sua regione in modo da tutelarsi rispetto a possibili conseguenze negative sui suoi processi eiaculatori e spermatogenitici
cari saluti