Utente 919XXX
Ho letto gli interventi del Dott. Moiso in questo post sulla vasectomia sul presente sito http://www.medicitalia.it/02it/consulto.asp?idpost=51806.
Sono un 33enne e sono interessato a questa operazione come soluzione contraccettiva definitiva.
Il Dott. Moiso pone due limiti (almeno uno): avere età > di 35 anni o avere 2 figli in vita.
Non capisco, non li capisco entrambi.
A 35 anni si ha maggiore consapevolezza di se piuttosto che a 33 e mezzo?
E solo dopo aver procreato (con bis) si ha diritto alla contraccezione?
Sulla prima condizione credo non ci sia nulla da dire, perchè non 34 o 36? E' un'età arbitraria che il medico ha scelto in base a qualche convinzione personale.
Sull'aver procreato una coppia di pargoli cosa posso dire? Sono senza parole. Credevo che i tempi dell'inquisizione e delle streghe fossero trascorsi.
E' incredibile che un paziente informato non possa decidere della propria persona. Certo poi si rimane stupiti di fronte al fatto che un padre debba lottare anni in tribunale per poter attuare le decisioni della figlia ridotta ad un vegetale. Bisogna rispettare i credenti e atei, chi vuole figli e chi no.
Qui nemmeno poso decidere se farmi tagliare un dotto...
Obiettiamo gli obiettori.

Art. 50 Consenso dell'avente diritto
Non e' punibile chi lede o pone in pericolo un diritto, col consenso della persona che puo' validamente disporne.

Stefano M.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore,

la vasectomia, a mio parere è una scelta libera del soggetto. Il buon senso consiglia di procedere in soggetti maggiorenni che abbiano già procreato.
Altre considerazioni sono "personali"
Informazioni ulteriori su www.vasectomia.org
cari saluti