feci  
 
Utente 391XXX
Gentile dottore,

Ho mandato ad analizzare svariate volte le mie proglottidi (o presunte tali dall'aspetto) sempre risultate negative. Tuttavia l'ultima volta mi hanno riferito sacca piena di uova di Tenia Solium. Possono esserci dei falsi positivi? Io e mia madre nelle feci troviamo stessi pezzi. Siamo disperate. Com'è possibile che l'abbiamo contratta...mia madre ha cominciato la terapia con niclosamide (yomesan)
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
non chieda a me come mai le proglottidi non sono state individuate come tali.
Lo chieda al laboratorio che evidentemente non ha un parassitologo dall'occhio allenato.
La tenia solium. sempre che si tratti di quella, si prende con l'ingestione di carne suina cruda o poco cotta.
Attenzione a maneggiare le feci e all'igiene delle mani per il potenziale pericolo di cisticercosi.
La tenia saginata si prende dalle carni bovine.
A differenza di quella solium non comporta rischi di cisticercosi.
Nel dubbio il farmaco che io personalmente prescrivo è l'Albendazolo (Zentel) 400 mg cpr da assumersi alla dose di una compressa al giorno per tre giorni consecutivi.
Il farmaco esercita attività oltre che sul verme adulto anche sulle uova e ciò è molto importante ai fini della prevenzione della cisticercosi in caso di Tenia solium.
Ne potrà parlare con il suo medico.
Non ocorrono purghe e catartici.
Cari saluti,
Dott.Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 391XXX

Iscritto dal 2015
Quindi è meglio lo Zentel rispetto allo yomesan? Io tra pochi giorni ho un esame, attualmente mi ritrovo scarsa concentrazione, sonno, dolori gastrointestinali ma soprattutto paura caro dottore. Ho letto la cisticercosi, ma vorrei sapere è detto che io ce l'abbia? Come si verifica? Io e mia madre ci laviamo sempre le mani, ma io ho tanto bisogno di sostegno. Sono una ragazza di 20 anni. Provata emotivamente da questa esperienza. L'unico modo in cui posso averla contratta è salumi.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
la cisticercosi è molto infrequente.
E non c'è motivo per cadere in depressione per un "verme solitario". Specie oggi che abbiamo farmaci efficaci e sicuri e non si ricorre più alla "felce maschio" o ad altri intrugli.
I problemi veri di saluti sono altri. E lei per fortuna non ne ha.
Lo Yomesan provoca solo il distacco dello scolice dalla mucosa intestinale e la sua emissione con le feci.
Ma non ha attività tenicida e ovicida.
Per questo motivo io non lo uso più.
Ma di questo deve parlare con il suo curante che sicuramente conosce la farmacodinamica di entrambi i composti.
Si tranquillizzi.
Cari saluti.
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 391XXX

Iscritto dal 2015
Per me è traumatica. Ora, potrei prendere lo yomesan e far distaccare il verme, e poi fare cicli di albedanzolo...?
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Non avrebbe senso.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#6] dopo  
Utente 391XXX

Iscritto dal 2015
Quindi lo yomesan è sbagliato?
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Signorina,
sullo Yomesan ho espresso un giudizio strettamente personale.
E scientifico.
Non inteso a influenzare alcuno.
Sono due farmaci profondamente differenti e le ribadisco la mia preferenza per lo Zentel.
La conclusione di questo consulto è che lei dovrà seguire ciò che le dirà il suo Curante o altro medico che le darà la cura della teniasi.
Quale che sia la terapia.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.