Utente 919XXX
Buongiorno Dottori,
Premetto che avuto un rapporto orale non protetto con una ragazza che non posso assicurare fosse senza malattie.L'ho avuto circa un mese fa.
Non so se la cosa possa essere correlata, comunque circa una settimana fa ho iniziato ad avere dei fastidi mentre urinavo e mentre eiaculavo.
Non era un bruciore, bensi una specie di prurito interno al pene, e una sensazione come di blocco mentre finivo di urinare, con conseguente sensazione di prurito all'interno del glande.
Sono andato dal medico che osservandomi il pene ha detto che c'era una irritazione delle vie urinarie. Mi ha prescritto un antibiotico e una crema.
Ieri sera ho terminato gli antibiotici d effettivamente la sensazione di prurito interno è sparita quasi del tutto.
Però è aumentata l'irritazione esterna che sto curando con la pomata che non sembra però avere grossi risultati.
Sembra una comune irritazione e non mi preoccupava piu di tanto visto che la sensazione interna è quasi sparita.
Ma stamattina mi sono accorto di avere i linfonodi dell'inguine(credo si chiamino cosi,le ghiandole tra il pube e la gamba) ingrossate e dolorose. Se tocco il dolore è forte ma comunque lo sento anche mentre cammino anche se in maniera meno dolorosa.
Ho anche un paio di linee di febbre.
Specifico che sia la febbre che l'ingrossamento dei linfonodi sono comparsi tra ieri e oggi. Prima avevo solo l'irritazione interna ed esterna del pene.
Cosa posso avere?è solo un irritazione delle vie urinarie o puo essere una malattia venerea?che malattia puo essere?
grazie per le risposte

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

sebbene la sua sintomatologia sia piuttosto vaga e non riconducibile nettamente ad una situazione patologica specifica, mi sembra corretto suggeirle di produrre, se i sintomi persistono per qualche giorno, la visita specialistica Venereologica, onde appurare e visionare direttamente il suo problema.

Abbia l'accortezza di non applicare nulla che possa controvertire il quadro a chi dovrà intepretarlo.

cari saluti
[#2] dopo  
Utente 919XXX

Iscritto dal 2008
grazie per la risposta, sono tornato dal mio medico che mi ha prescritto un nuovo antibiotico e una crema antibiotica.
il pene è in pessimo stato..la cute del glande è come scorticata e il prepuzio è gonfio e molto doloroso...sono preoccupato
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Dovrebbe però avere a mio avviso, più che una terapia, una diagnosi precisa del suo caso.

Se non ancora chiarito questo aspetto, la pregherei di riprodurlo assieme al suo venereologo di fiducia, poichè è la condizione necessaria per stabilire la terapia adatta.

a mio avviso, ma non mi riferisco al caso specifico perchè non lo conosco, terapie "antibiotiche" senza diagnosi, a poco servono.

cari saluti