Utente 621XXX
Gentile Dottore, soffro da molti anni di varici alle gambe (ho sessantotto anni),anche mia madre aveva la stessa malattia. Ho finora avuto timore di operarmi perché alcune persone che conoscevo avevano avuto delle conseguenze poco piacevoli, e non avevano risolto il problema. Ho fatto un E.C.D. Venoso:''Vasi venosi degli arti inferiori pervi,ben comprimibili con la sonda ecografica,privi di segni di flebotrombosi. Vistoso reflusso safeno femorale bilaterale alle manovre di attivazione. Quadro riferibile a insufficienza valvolare bilaterale di grado medio-grave.'' Mi sono recata da un radiologo perché avevo un dolore al piede destro con gonfiore sulla parte dorsale, inoltre tutte e due i piedi presentano un vistoso reticolo viola bluastro :''Modesto valgismo bilaterale degli alluci con moderate irregolarità marginali di tipo artrosico in corrispondenza dell,articolazione metatarso-falangea degli alluci stessi,fatto un po' più evidente a Sn ed in corrispondenza di pressoché tutte le articolazioni interfangee con lieve riduzione agli stessi livelli degli spazi articolari .Presenza di piccolissimo sperone cacalneare plantare bilaterale.''
Sono stata da un ematologo che in seguito alle analisi del sangue:''gli eritrociti sono scarsi 4.21 10(12)/L su valori da 4.31 a 5.10,gli eosinofili 0.6 per 10(9)/L su valori da 0.00 a 0.50,i valori dell'elettroforesi proteica sono alterati per quanto riguarda le S-alfa-2 globuline 12.8%(da 6 a 12)e per quanto riguarda le S-gamma-globuline 9.7%(da 12 a 20).Ho anticorpi antinucleo immunofluorescenza indiretta positivo e punteggiato+omogenea 1:640,ana positivo 1:320 e pattern finemente punteggiato, anticorpi antitireoperossidasi 256 kUI/L <35,anticorpi antinucleo (IFI) su cellule Hep-2000 positivo punteggiato fini grani >1:80.Il C4 è 42 mg/dL(da 10 a 40) e il C1q(Elisa) è 6 mcgEq/mL valori da 0 a 4. Il paratormone è 114.3 ng/L(da 9.0 a 72.0)'',mi ha diagnosticato una sindrome da sovrapposizione da les,sclerodermia,artrite reumatoide e su Sua indicazione ho fatto cicli di cortisonici,che ho sospeso a causa degli effetti collaterali.Valutando la mia situazione,mi consiglierebbe di operarmi alle gambe in modo tradizionale,con il laser o con l'intervento chiva? O di riprendere la terapia sclerosante o di intraprendere la fleboterapia?La ringrazio per la Sua disponibilità.La saluto cordialmente.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Pietrino Forfori
36% attività
16% attualità
16% socialità
SAVONA (SV)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
E' fondamentale che si faccia valutare da un flebologo che le saprà indicare, sulla base dell'esame clinico, degli esami strumentali specialistici e della valutazione generale, il trattamento migliore per il suo caso.
Può essere che lei possa trarre giovamento da un trattamento combinato chirurgico e scleroterapico o altro.
Non credo che si possa consigliare correttamente senza una valutazione globale.
cordialmente