Utente 455XXX
Salve , 40 giorni fa durante la minzione ho avvertito un forte bruciore ,e già da molto tempo mi portavo dietro una piccola stitichezza( andavo ogni 3/4 giorni e sembrava come non ero mai soddisfatto ) dopo aver fatto l'urina cultura mi è stato rinscontrato , il batterio escherichia coli 1.000.000 di unità .. dopo aver fatto una cura di soli 4 giorni di Ciproxin sembrava tutto risolto ma il fastidio è tornato , ho fatto altre analisi e niente era cambiato , e mi è stato consigliato l'antibiotico Bactrim per una settimana , il fastidio è andato via è ho fatto delle nuove analisi in un nuovo laboratorio perché non mi fidavo tanto dell altro e mi è uscito l'escherichia coli a 500.000 ma l'antibiotico BACTRIM risultava non più efficace . Ho consultato un internologo dove ho fatto ecografie ai reni vescica milza e fegato e risultava tutto apposto , poi il giorno dopo sono andato da un urologo che mi ha prescritto per 6 giorni (2 al giorno ) fiale di CETADZIMINA e per 10 giorni ( 1 al giorno ) compresse di levaxicima, più fermenti lattici , quando sono andato dal mio medico di base mi è stato sconsigliato tutti e 2 antibiotici insieme perché considerati pesanti con questo caldo ... ora sono andato in confusione e non ho ancora iniziato la cura .... vorrei un parere se possibile .. grazie
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
con un carica batterica di 1000.000 di Coli, spero sensibili alla Ciprofloxacina, il suo Curante avrebbe dovuto consigliarle sulla base dellABG almeno 10 gg di Ciprofloxacina al fine di eradicare l'infezione ed evitare la comparsa di batteri resistenti.
La Ceftazidima ha una farmacocinetica che ne impone la somministrazione per via parenterale ogni 8 ore, quindi non capisco che senso abbia associarne ad 1 fiala al giorno ad una dose peraltro non specificata di Levofloxacina ( se ho interpretato bene ciò che ha scritto).
Mi pare che abbia trovato un curante ed un urologo degni di un premio Nobel.
Della figura dell'Internista in questo contesto mi sfugge l'utilità.
Un Internista è capacissimo di curare una infezione delle vie urinarie. Perchè non ha provveduto?
Il problema che pone il suo medico curante sulla terapia "pesante" non ha senso: il vero problema è che la terapia data dall'urologo di per sè non ha nessun senso.
Perciò si consulti con un medico che sappia maneggiare gli antibiotici con la dovuta perizia: se il batterio presente nella sua vescica presenta una buona sensibilità alla Levofloxacina, questa A DOSAGGI CONGRUI e per CONGRUO periodo può essere usata DA SOLA per la sterilizzazione delle urine.
Saluti cordiali,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 455XXX

Iscritto dal 2017
Grazie per la risposta dottore , sono stato io a non farmi capire .
La carica ora è 500.000 escherichia coli
E le fiale di ceftadzimina sono 2 a giorno ogni 12 ore per 6 giorni
E la levofloxacina 1 al giorno per 10 giorni .

Il medico di base mi ha detto che sono pesanti usarli insieme , mentre l'urologo me li ha prescritti insieme a una capsula di MOUNERILLE PLUS è una di CODEX per 20 giorni
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
se l'urologo ha ritenuto di prescriverle la terapia che più chiaramente ci indica, avrà avuto le sue ragioni.
La terapia con una cefalosporina e un fluorochinolonico di III generazione è possibile è non è più pesante del solo fluorochinolonico.
Noi non siamo autorizzati a modificare terapie date dagli specialisti dopo una valutazione reale: è proibito dalla legge e dalle regole del Sito.
Forse lei dovrebbe decidere se affidarsi all'urologo o al medico di base.
Il Monurelle Plus e il Codex sono rispettivamente un integratore e un Probiotico.
Io di più telematicamente non posso fare per lei:del che mi spiace molto.
Buona guarigione,
Dott. Caldarola.