Utente 333XXX
Da 7 anni ormai vivo in Colombia e lo stomaco nn mi lascia in pace. Da 3 anni soffro di colon irritabile e prendo gastro protettori e trimebutrina. Pero da due mesi si erano aggiunti sintomi di reflusso. Ho fatto l esame coprologico che e' risultato nella norma, pero sono risultata positiva all helicobacter. Ho fatto anche emocromo e urine,tutto normale. Il mio gastro dice che pero adesso il mio stomaco e' troppo provato x effettuare la terapia aggressiva di erradicamento dell helicobacter. Intanto io sto male, scendo di peso, nn posso mangiare quasi nulla e a volte mi vengono forti brividi e mal di testa. Forse ho preso tanti gastroprotettori, che gia nn mi fanno effetto. Cosa posso fare x raggiungere uno stato decente di salute e poter sconfiggere nn solo il batterio ma anche la colite x sempre?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
francamente faccio fatica a comprendere il pensiero del Suo Gastroenterologo.
Intanto perchè da quello che racconta non ha mai fatto una gastroscopia.
In secondo luogo perchè se non l'ha fatta non ha senso prendere gli IPP.
In terzo luogo perchè va accertato che lei non sia tra i soggetti che non rispondono agli IPP e questo si fa misurando la gastrinemia.
Ma soprattutto perchè è verosimile che lei abbia una gastrite severa da H.P. il quale esercita il suo effetto lesivo sulla mucosa gastrica che diventa tanto più serio quanto più passa il tempo.
Quindi l'affermazione che il suo stomaco adesso è troppo provato per sostenere una terapia eradicante, non solo è priva di ogni fondamento scientifico, ma non eradicando l'HP lei rischia assai più che facendo un adeguato protocollo di eradicazione.
Che cosa aspetta il suo Gastroenterologo che si faccia un'ulcera gastrica sanguinante?
Forse sarebbe bene sentire un secondo e più autorevole parere.
Buona giornata,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 333XXX

Iscritto dal 2014
Grazie x la risposta dottore! Io nn so piu che pensare. Prima ero con un gastro che senza farmi nessun esame mi ripeteva che tutto era causato dall ansia. Poi sono passata con quest último che almeno ha comprovato la presenza dell helicobacter. La mia colite attualmente e' in uno stato quasi insopportabile, per questo penso che abbia voluto aspettare a iniziare il trattamento. O lei pensa che anche la colite dipenda dall helicobacter?
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
il termine colite è spesso abusato.
Intanto quando ha fatto la Gastroscopia le sono state effettuate biopsie duodenali per escludere che lei sia celiaca?
Che significa nel suo caso colite?
Che è stata posta la diagnosi di sindrome dell'intestino irritabile con i criteri ROMA più recenti?
Che si sospetta una infiammazione del colon che in questo caso va verificata con una colonscopia con biopsie random?
Forse le conviene scegliere un gastroenterologo molto esperto, che nella sua Città certamente non avrà difficoltà a trovare.
Se lei fosse affetta da una "colite spastica" allora non vedo perchè rimandare l'eradicazione di HP visto che a suo dire il suo stomaco è molto provato.....presumo dall'infezione.
Questo è tutto quello che mi permette di consigliarle il consulto telematico.
cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 333XXX

Iscritto dal 2014
Non ho mai fatto nessun esame di quelli che lei menziona. La colite mi e' stata diagnosticata a pura vista, perche sono sempre gonfia e vado al bagno male. Secondo il mio dottore, eventuali intolleranze alimentari o batteri sarebbero emersi nell esame coprologico. L' helicobacter qui in Colombia si tratta con triplice antibiotico, e' una terapia che mette a terra una persona che sta bene, pensi a me che peso 43 kili e ho stomaco e intestino distrutti! Io ho veramente paura e non so che fare, magari dovrei fare il trattamento via introvenosa, per lasciare in pace lo stomaco...o prendere un antiacido x il reflusso che e' fortissimo. La ringrazio dottore, saluti!
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
L'HP si tratta dovunque con multipla terapia e non si può trattare per via endovenosa. Nessuno è mai stramazzato al suolo durante una eradicazione di HP
E mi spieghi, lei cosa preferisce: tenersi una bella gatsrite da HP, notoriamente a rischio oncogeno, o fare la terapia come milioni di persone fanno ogni giorno?
Mi pare tra l'altro che lei non stia bene.
Ovviamente è libera di fare come vuole.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#6] dopo  
Utente 333XXX

Iscritto dal 2014
Intanto sono andata a consulta con un altro gastroenterologo e anche lui mi ha sconsigliato di farla subito!!! Una settimana di trattamento x la colite e un processo x rendere lo stomaco meno acido in modo che l HB nn si senta piu tanto a casa sua e poi l errradicazione. Speriamo bene!!!!La ringrazio dottore!!!!Saluti