Utente 455XXX
Buongiorno sono una ragazza di 22 anni il 16 maggio ho avuto un incidente in moto con il mio ragazzo e mi è stato diagnosticato dopo aver fatto una risonanza magnetica, che avevo lo scafo lunato nn giusto e l'ulna mi si è spostata e la cartilagine era rotta e mi hanno detto che dv sottopormi ad un intervento chirurgico, dopo aver eseguito una risonanza magnetica stavolta con il liquido di contrasto ed e risultato che lo scafo lunato e integro e il legamento non e rotto , ma risulta anche lo stiramento e l'ispessimento della tfc. Appare anche accentuato il raggio della filiera carpale in prossimale con accentuata convessita prossimale. Sono già passati 2 mesi dall'incidente ma continuo ad avere forti dolori e ho la mano che invece di stare dritta e storta e sento tirare la zona del legamento. L'ortopedico che mi ha visitata mi ha detto che se in un domani mi dovesse dare fastidio si interviene cn l'accorciare l'ulna . Vorrei sapere se effettivamente nn e da fare un intervento oppure si .
[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

la valutazione se fare o meno l'intervento va fatta sulla base della situazione clinica obiettiva (visita), della risonanza magnetica e anche della sintomatologia da lei riferita.

Se continuerà ad avere dolore e limitazione funzionale del polso, le possibilità di dover ricorrere a un intervento artroscopico aumentano.

BUona giornata.
[#2] dopo  
Utente 455XXX

Iscritto dal 2017
Grazie dottore per la sua risposta , in effetti io continuo ad avere dolore anche se faccio piccoli movimenti del polso , e il polso risulta storto rispetto all'altro.
E se si dovrà fare un intervento in che cosa consiste? Grazie
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Dipende da cosa verrà rilevato durante l'esplorazione artroscopica. Se i legamenti risultano lesionati, verranno riparati.
[#4] dopo  
Utente 455XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottor leccese facendo vedere la risonanza al mio medico mi ha comunicato che ho il legamento che si è allungato e mi fa che si parla di un'invalidità permanente. Ho provato in questi giorni a fare un ciclo di antidolorifici ma il dolore nn e diminuito e continuo a sentire delle forti fitte e dolore . Questi fattori dipendono dal fatto che ho il legamento allungato? E in tal caso si potrà fare qualcosa? . La ringrazio Buona serata .
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Ma il suo medico è uno specialista?

Deve in ogni caso far valutare la situazione a un chirurgo della mano:

http://www.sicm.it/it/chirurghi-e-professionisti/i-soci/mappa-soci-sicm.html